Raccolta fondi per la famiglia Lassiri: l’iniziativa di un medico chirurgo

Beneficenza per la famiglia Lassiri: il parroco del Duomo di Carrara mette a disposizione dei cittadini le cassette per le offerte

malak e janne
(Getty Images)

Un’iniziativa benefica quella di Angelo Bianco, un medico chirurgo dell’ospedale di La Spezia che, particolarmente colpito dalla vicenda che ha coinvolto la famiglia Lassiri, ha messo in piedi una lotteria coinvolgendo anche i cittadini di Carrara.

Padre a sua volta di tre bambine, il chirurgo è rimasto enormemente impressionato dal gesto della famiglia Lassiri che ha immediatamente dato l’assenso per la donazione degli organi delle due sorelline, morte tragicamente a Marina di Massa.

Come dichiarato a Tgcom24, il medico ha sentito il bisogno di fare qualcosa di concreto; di qui l’idea di coinvolgere Don Raffaello, parroco del Duomo di Carrara, che ha messo a disposizione un vero e proprio salvadanaio per la raccolta di offerte da consegnare alla famiglia Lassiri. La notizia è stata poi condivisa anche attraverso i social ed ha avuto successo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> INCENDIO RIDUCE LA LORO CASA IN MACERIE, POI IL COLPO DI SCENA PIÙ INATTESO

Carrara: iniziativa benefica per la famiglia di Malak e Janna Lassiri

La tragedia delle sorelle uccise a Marina di Massa coinvolge anche Carrara: raccolta fondi per la famiglia di MalakUn…

Gepostet von Noi Poliziotti per sempre am Montag, 7. September 2020

Angelo Bianco, il medico che ha ideato l’iniziativa, ha dichiarato che la partecipazione della popolazione è stata davvero ampia; l’azione ha coinvolto anche numerosi artisti e commercianti che hanno messo in palio opere e oggetti vari.

La solidarietà, insomma, non è mancata coinvolgendo non solo Marina di Massa ma anche Carrara e La Spezia. Le due sorelle, di 14 e 3 anni, hanno perso la vita a causa di un albero caduto proprio sulla loro tenda. La famiglia si trovava nel campeggio “Verde mare” a Marina di Massa quando il pioppo, probabilmente marcio, si è abbattuto su Malak e Janna che stavano dormendo.

malak e janne
(Getty Images)

 

L’iniziativa del chirurgo è un gesto umanitario che non è rimasto isolato: anche l’Associazione Famiglie del Marocco ha messo a disposizione un Iban per sostenere la famiglia di Torino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> ADDIO PARIGI: LA FIGLIA DI TOTÒ RIINA RINUNCIA A CAMBIARE VITA IN FRANCIA