Ragazza uccisa dal fratello: quando la disinformazione uccide due volte

Uccisa a 22 anni dal fratello che non accettava la sua relazione con un ragazzo transessuale. Le inesattezze giornalistiche del caso e l’ultimo post del fidanzato Ciro.

Maria Paola Gaglione uccisa dal fratello transfobia
Maria Paola Gaglione (foto dal web)

È di questa mattina la notizia della tragica morte di Maria Paola Gaglione (22 anni), uccisa dal fratello mentre si trovava in moto con il fidanzato. Secondo le ricostruzioni, il ragazzo li avrebbe inseguiti con l’auto e speronati, facendoli cadere rovinosamente a terra. Mentre il fidanzato Ciro Miglione (20 anni) se l’è cavata con ferite lievi, per Maria Paola non c’è stato nulla da fare. All’origine del gesto, l’incapacità di Antonio Michele Gaglione di accettare la relazione della sorella con Ciro, ragazzo transessuale. “Non volevo uccidere nessuno” avrebbe detto agli inquirenti. “Volevo solo dare una lezione a mia sorella e soprattutto a quella là che ha infettato mia sorella che è stata sempre normale“

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Travolge la nipotina mentre fa retromarcia: muore una bambina di un anno

Uccisa dal fratello, l’ultimo post del fidanzato

Maria Paola Gaglione uccisa fratello transfobia
Indagini della polizia (foto dal web)

Un caso che accende i riflettori non solo sulla violenza misogina, ma anche -e soprattutto- sull’odio transonico, accentuato a dismisura del modo in cui la notizia è stata trattata dalle testate giornalistiche. Sono fioccate descrizioni di una “storia tra due ragazze”, mentre Ciro è stato descritto come “la compagna della ragazza morta”, se non addirittura appellato come “l’amica che da un po’ di tempo si fa chiamare Ciro”. Un dilagare di disinformazione e discriminazione di cui la stampa si è resa partecipe, contribuendo ad insabbiare il vero motivo dietro al gesto omicida. Un fatto che evidenzia una grande lacuna culturale su cosa è la transessualità e sulla violenza di genere.

https://www.instagram.com/p/CFEL3xdhSr4/?utm_source=ig_web_copy_link

Nel frattempo Ciro Miglione, dall’ospedale in cui è ricoverato, ha pubblicato su Instagram un ultimo post per la fidanzata scomparsa. Con poche parole piene di dolore, il ragazzo ha ricordato gli ultimi tre anni trascorsi insieme a lei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omofobia. Luna di miele rovinata: “Siamo esterrefatti da tale volgarità”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Impostazioni privacy