Elezioni regionali , le prime proiezioni: le sorprese

Regionali 2020. I risultati delle elezioni in Toscana, Veneto, Campania, Puglia, Marche, Liguria e Valle d’Aosta: dati in aggiornamento. 

regionali
Elezioni regionali 2020 (Foto dal web)

Domenica 20 e lunedì 21 settembre si vota in sette regioni italiane per le elezioni regionali 2020. Oggi i seggi sono aperti dalle 7 alle 15, poi inizierà lo spoglio. L’affluenza è stata del 41,37% nelle quattro regioni i cui dati sono stati diffusi dal Viminale. Le regionali interessano 18.471.692 elettori e un totale di 22.061 sessioni.

Leggi anche -> Elezioni 2020 | i risultati delle Regionali e del referendum

I dati in aggiornamento

Ecco i primi risultati degli Instant poll. In Veneto è in testa Luca Zaia con il 72- 76%. Rispettate anche le previsioni nelle Marche, con Francesco Acquaroli (centrodestra) tra il 47 e il 51% . In Campania avanti in centrosinistra con Vincenzo De Luca con 52-56%. In Liguria Giovanni Toti (centrodestra) raggiunge il 57-53 %, guadagnando 20 punti in più rispetto all’avversario di centrosinistra Ferruccio Sansa.

Ben più incerta la situazione in Toscana e in Puglia. In Toscana, Giani (centrosinistra) e Ceccardi (centrodestra) sono parzialmente sovrapposti: Eugenio Giani è in vantaggio di soli tre punti rispetto a Susanna Ceccardi (41-45% contro 38-42%). In Puglia, invece, Michele Emiliano (centro sinistra) e Raffaele Fitto (centrodestra) sono in assoluta parità: entrambi tra il 36 e il 40%.

In Valle D’Aosta Lega primo partito.

Intanto il segretario del PD NIcola Zingaretti è arrivato al Nazareno, dove è stata allestita una sala stampa per seguire in diretta il referendum e le regionali. Sul posto sono attesi anche gli altri ministri e i dirigenti. Dario Franceschini e il tesoriere Walter Verini sono già arrivati: il commento sui dati arriverà dopo le prime proiezioni.

Dati in aggiornamento

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter