Tiziano Ferro, la triste storia dietro ad una delle sue ultime canzoni

Le canzoni di Tiziano Ferro sono da sempre complesse ed enigmatiche. Uno dei suoi ultimi brani nasconde una storia molto particolare.

Tiziano Ferro In mezzo a questo inverno dedica nonna
Tiziano Ferro sul palco dell’Ariston (Getty Images)

Elegante ed enigmatica, la scrittura di Tiziano Ferro affascina da ormai vent’anni un pubblico vastissimo, di levatura internazionale. Dopo una breve esperienza come corista del gruppo rap Sottotono, il cantante ha esordito nel 2001 con il singolo Xdono. Il brano (il primo da solista) raggiunse al tempo i vertici delle classifiche europee ed anticipò l’uscita dell’album Rosso relativo. Malgrado le critiche di chi lo vedeva solamente come l’ennesima “esca per le ragazzine”, alcuni critici captarono fin da subito la grande novità introdotta dalle canzoni di Tiziano Ferro in un panorama musicale in continua evoluzione. Dalle sonorità R&B al pop, daila narrazione dei drammi interiori ai brani più leggeri degli ultimi anni, Tiziano Ferro ha davvero firmato un ventennio di musica contemporanea… e tuttavia alcuni molti suoi testi appaiono ancora “oscuri”.

Scopriamo insieme la storia dietro ad uno dei suoi ultimi singoli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La canzone che Battisti dettò in sogno a Mogol e Mango rese immortale

Tiziano Ferro, “In mezzo a questo inverno”: un addio struggente

Tiziano Ferro In mezzo a questo inverno
Tiziano Ferro (foto dal web)

In un’intervista a Radio Italia, Tiziano Ferro ha raccontato la storia dietro a In mezzo a questo inverno. Il brano, secondo dell’album Accetto Miracoli, narra la storia della sua separazione dalla nonna, morta di recente. Ho perso mia nonna Margherita, l’ultima che mi era rimasta” ha spiegato il cantante. “Ho vissuto con lei i miei 19 anni, avevo litigato con i miei genitori. Prima di lei non avevo mai perso una persona così vicina”. Questa separazione improvvisa e drammatica da una figura chiave dell’adolescenza ha lasciato il cantante in uno stato di desolazione. La metafora dell’inverno rende con molta delicatezza e precisione questa sensazione di freddo distacco dalla realtà. La morte della nonna è una ferita insanabile. Lei gli diceva che da grande certi problemi appaiono tanto ridicoli, ma non è il caso di questo dolore che, anche da adulto, sembra impossibile da arginare (“Dicevi da grande lo stesso problema / Ti sembrerà tanto ridicolo / Ma il giorno in cui sei volato via / È proprio come immaginavo da piccolo).

“Non volevo fare quello che scrive una canzone alla nonna” ha ammezzo Tiziano Ferro. “Lei si incazzerebbe. Così la canzone è declinata al maschile, sentivo l’esigenza di far volare questa canzone per conto suo”. Poi ha rivelato che ancora oggi, nell’ascoltarla, sente un nodo alla gola.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Francesco De Gregori, il vero significato della sua “Alice”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter