Omicidio Macerata, le ultime notizie sul processo di appello

Si sta tenendo in questo momento la seconda udienza del processo di appello per l’omicidio di Macerata. La richiesta del procuratore generale.

Omicidio macerata Pamela Mastropietro processo di Appello
Pamela Mastropietro (foto dal web)

Si sta tenendo in questo momento la seconda udienza del processo di appello per l’omicidio di Pamela Mastroserio, avvenuto a Macerata nel gennaio del 2018. Il processo vede imputato Innocent Oseghale, 31enne accusato di omicidio con aggravante di violenza sessuale e smembramento ed occultamento del cadavere. Il corpo della 18enne è stato infatti ritrovato diviso in 24 pezzi, in parte scuoiato e privato del collo. Immagini talmente forti, quelle reperite dalla scientifica, che il primo appello del processo fu interdetto al pubblico per garantirne il “sereno svolgimento”“tutelare la giovane vittima”. Dopo una prima condanna all’ergastolo, arriva adesso la richiesta del procuratore generale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Somministrava ansiolitici alla collega per paura di perdere il lavoro: donna condannata a 4 anni

Omicidio Macerata, le richieste del Procuratore generale

Omicidio macerata Pamela Mastropietro Appello
Tribunale (Getty Images)

Dopo una discussione di 4 ore, il procuratore generale Sottani del processo ai danni di Innocent Oseghale ha chiesto la conferma dell’ergastolo con isolamento diurno. Secondo il Pg non sussistono le attenuanti chieste dalla difesa, secondo la quale Osgherle sarebbe responsabile dello smembramento ed occultamento del cadavere, ma non della morte della 18enne, avvenuta per overdose. “Non può aver agito da solo” dice nel frattempo la madre di Pamela. “Deve parlare guardandomi negli occhi, dirmi cosa è successo, indicare i complici”.

Omicidio Macerata Pamela Mastropietro
Tribunale (Getty Images)

Dopo il procuratore generale, la parola passerà alle parti civili. Si sono costituiti parte civile del processo la madre ed il padre (entrambi assistiti dallo zio di Pamela), il proprietario della casa nella quale la ragazza è stata uccisa e il comune di Macerata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diciottenne muore per overdose, le parole del ragazzo: “Le ho iniettato io l’eroina”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter