Incidente mortale lo scorso sabato: la vittima è una diciassettenne

Sara, di diciassette anni, è volata in cielo a seguito di un incidente che le è stato fatale. I funerali si svolgeranno nel pomeriggio

Sara Favia
Sara Favia (web)

Un incidente mortale, avvenuto sabato sera nella rotonda di San Salvo (tra Abruzzo e Molise), ha spezzato la vita di Sara Favia, di soli diciassette anni. La ragazza, originaria di Termoli, si trovava nel sedile posteriore di una Fiat Panda, ed è finita schiacciata a seguito dell’urto del veicolo contro un pilastro di cemento e una ringhiera.
Questo pomeriggio, presso la Cattedrale del Borgo antico, si svolgeranno i funerali della vittima.

LEGGI ANCHE> Incidente in moto sull’autostrada: ragazzo di 25 anni perde la vita

Morta a diciassette anni in un incidente: la tragedia di Sara

Incidente
Incidente (web)

Un semplice sabato sera ed un gruppo di amici con la voglia di divertirsi e stare assieme: ecco le circostanze in cui è morta la giovane Sara Favia, diciassettenne. Solo qualche ora prima dell’incidente, la stessa aveva pubblicato delle foto su Instagram, in cui appariva sorridente e spensierata. “A seguito di un tragico incidente stradale, è salita al cielo come un Angelo“: queste le parole dei genitori nell’annuncio funebre.

Stando alla ricostruzione dei fatti, alla guida del veicolo vi era un ragazzo di 18 anni, amico di Sara. La Fiat Panda si trovava nel comune di San Salvo (provincia di Chieti); la giovane era seduta nel sedile posteriore. Seguendo le testimonianze, la vettura avrebbe improvvisamente impattato contro un pilastro di cemento ed una ringhiera di ferro, nei pressi di una rotonda. Per la ragazza, che si trovava a lato del pilastro, non c’è stato nulla da fare.

Funerali
Funerali (web)

Gli abitanti di Termoli sono rimasti sconvolti dall’accaduto. “Sognava di diventare capitano di una nave e ci sarebbe riuscita“: questi sono i ricordi dell’Istituto Nautico “Boccardi-Tiberio”, frequentato dalla giovane. Tutti quanti hanno confermato la gioia di vivere di Sara: la ragazza – raccontano le persone a lei vicine – andava incontro alla vita con grande entusiasmo.

La scuola ha voluto salutarla con una toccante lettera di addio, di cui si riportano alcuni passi: “Abbiamo avuto la fortuna di conoscerti e non ti dimenticheremo. Nel nostro cuore rimarranno sempre il tuo sorriso e il tuo dolce viso“.

LEGGI ANCHE> Morta a 3 anni per le botte del patrigno: verso il giudizio anche la madre

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter