Colon ed intestino in salute? Semplice con questa dieta antinfiammatoria

Una corretta alimentazione può ridurre il rischio di cancro al colon-retto. I cibi da inserire nella nostra dieta e quelli da eliminare

pesce
pesce (RitaE/pixabay)

L’infiammazione consiste in una serie di processi in cui il nostro organismo reagisce all’azione di agenti nocivi. Batteri, virus o più semplicemente danni esterni ed interni a cui può andare incontro. Talvolta l’infiammazione può diventare cronica, con intensità più o meno forte e si ha il rischio di sviluppare il tumore del colon-retto. In Italia questo tipo di tumore ha un’incidenza piuttosto elevata e per proteggere la salute del nostro intestino, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Esistono infatti numerosi alimenti che hanno spiccate proprietà antinfiammatorie, utili da inserire nella propria dieta. Allo stesso modo ci sono alimenti che invece andrebbero evitati o comunque consumati in minore quantità per agevolare la nostra salute. Altro fattore molto importante è la quantità di calorie che ingeriamo ogni giorno, mangiare più del necessario può infatti, essere un fattore aggravante per l’infiammazione. Vediamo quali sono i cibi consigliati e quali invece quelli da evitare il più possibile. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Alimentazione e sonno, cosa mangiare e cosa no alla sera

Cibi antinfiammatori amici del nostro intestino

caffè
caffè (cocoparisienne/pixabay)

Un regime alimentare basato su cibi antinfiammatori è un toccasana per il colon. Queste le conclusioni degli esperti nel 26° Congresso nazionale sulle malattie digestive promosso dalla Federazione Italiana delle Società delle Malattie dell’ Apparato Digerente. La salute si può effettivamente conquistare anche a tavola, dando il via libera a tutti gli alimenti che sono alla base della dieta mediterranea: cereali e cibi integrali che contengono una consistente quantità di fibre. Le fibre contribuiscono al corretto funzionamento del tratto intestinale ed eliminano le tossine che, dopo la digestione, si vanno ad accumulare. Frutta e verdura che, ricchissime di antiossidanti, hanno una vera e propria funzione di protezione nel nostro organismo per quanto riguarda i processi infiammatori; alimenti ricchi di Omega3, come pesce azzurro e frutta secca, che sono una fonte di acidi grassi fondamentale per il nostro organismo. Essi sono infatti in grado di ridurre la quantità di due proteine pro-infiammatorie, la proteina C-reattiva e l’interleuchina 6. Inoltre poco considerate, ma in realtà molto importanti sono le spezie: curcuma e zenzero, in particolare modo,  agiscono da potenti antinfiammatori. Tra le bevande invece, quella che sembrerebbe avere più benefici è il caffè. Secondo alcuni studi, la caffeina è in grado di migliorare gli stati infiammatori del nostro organismo. Altre ricerche hanno riportato invece, una percentuale di sopravvivenza maggiore al tumore del colon-retto in relazione al consumo di caffè. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Immunonutrizione: alimentazione che difende il sistema immunitario

Cibi da evitare

I primi alimenti da evitare sono senz’altro tutti i tipi di grassi, sia saturi che idrogenati. Un analisi pubblicata sul Turkish Journal of Gastroenterology, ci mostra infatti come, chi consuma regolarmente cibi ad alto contenuto di grassi, può sviluppare un’infiammazione cronica dell’intestino. Una patologia che, di conseguenza, aumenta fino al 40% il rischio di formazione del cancro al colon-retto. A parlarcene è anche la dottoressa Filomena Morisco, professore ordinario di Gastroenterologia all’Università di Napoli Federico II e membro della Società Italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva. La dottoressa ci avverte riguardo l’abuso di alimenti come: carni rosseformaggi e latticini (tutti contenenti grandi quantità di grassi saturi) e alcool. Ma anche farine raffinate, insaccati, zuccheri e di conseguenza bibite zuccherate. Tutti questi cibi hanno la capacità di portare alla formazione di tossine pro-infiammatorie e di alterare la flora intestinale.  

Carne (Getty Images)
Carne (getty Images)

La dieta antinfiammatoria può davvero aiutarci a ridurre e ad eliminare più rapidamente ed efficacemente il “fuoco” dell’infiammazione cronica.    

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter