Stop all’ alito cattivo: i migliori modi per contrastarlo

Diciamo addio al disagio dovuto all’ odore sgradevole che può avere il nostro alito. Può essere eliminato, vediamo i possibili rimedi

donna copre la bocca
donna che copre la bocca (RobinHiggins/pixabay)

Solitamente il problema dell’alitosi è strettamente collegato a difficoltà digestive o irregolarità intestinali. Quello che accade è che, la putrefazione del cibo all’interno dell’intestino può produrre gas dall’odore molto pesante, se il nostro organismo non riesce a liberarsene velocemente, esse vengono eliminate attraverso i polmoni, tramite respirazione. Altro fattore che può aggiungersi è quello dell’irregolarità intestinale. Se viene a mancare il completamento del processo digestivo, svolto dalla flora batterica intestinale, gli alimenti risulteranno più predisposti a fermentazioni e putrefazione, favorendo anche in questo caso l’aumento di tossine e gas di cattivo odore. Principalmente perciò quello che influenza la presenza di alito pesante e maleodorante è la disbiosi intestinale. Non si esauriscono però tutte le cause, tra esse ovviamente ricopre un ruolo importantissimo anche l’igiene orale. Vediamo le ulteriori cause e come contrastarle.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Cibo da evitare, quali sono gli alimenti che danneggiano la nostra salute 

Alito cattivo: cause e cattive abitudini

sigarette
sigarette (geralt/pixabay)

Alla base dell’alito cattivo un’altra causa molto importante e comune è quella della scarsa igiene orale. Nella nostra bocca sono presenti numerosi batteri anaerobi che non necessitano di ossigeno per vivere e moltiplicarsi, ma necessitano di proteine derivanti da residui di cibo. Quando se ne nutrono, i batteri rilasciano composti volatili dall’odore intenso e sgradevole. Altre cause ancora del cattivo odore del nostro alito sono da ricercare nell’alcool, nell’uso eccessivo dello zucchero e in alcuni alimenti come aglio e cipolla, che contenendo composti solforati, appesantiscono il nostro fiato. Esistono poi delle cattive abitudini che siamo spesso portati a compiere senza pensare all’effetto che causano nel nostro sistema respiratorio. Un eccessivo consumo di nicotina, ad esempio, è un nemico del nostro alito. Un abuso del fumo aumenta la scarsa salivazione e la secchezza della bocca. La saliva è invece un elemento importantissimo che toglie i residui batterici ed alimentari nel nostro cavo orale, impedendone il ristagno. Ricordiamo poi che la nicotina è un agente irritante della mucosa dello stomaco e dell’esofago e può favorire la comparsa del reflusso gastroesofageo. Anche delle cattive abitudini alimentari possono contribuire alla formazione di alito pesante. Principalmente sono i lunghi digiuni o diete drastiche che costringono il corpo a scomporre i grassi, che a loro volta rilasciano acidi maleodoranti. Il cibo però può essere nostro amico ed aiutarci a mantenere un alito fresco, vediamo quali i cibi migliori.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Colon ed intestino in salute? Semplice con questa dieta antinfiammatoria

Combatterlo con il cibo

Una dieta bilanciata e che contenga alimenti specifici ha una grande influenza sul nostro alito, vediamo insieme quelli migliori e vivamente consigliatiFrutta fresca e verdura cruda contribuiscono senz’altro ad un buon funzionamento del nostro apparato digerente, facilitando quindi il processo di digestione. Inoltre se consumati crudi, essi svolgono la funzione di “spazzolino naturale”. Ricchi di fibre, possono aiutarci a mantenere i denti puliti e rinfrescare il nostro palato. Via libera a mele verdi, pere, carote, finocchi e sedano. Soffermiamoci ora su alcune erbe aromatiche: oltre ad insaporire i nostri piatti possiamo usarle come un “sedativo” naturale. Se non vogliamo rinunciare ad aglio e cipolla che come abbiamo visto, appesantiscono il nostro fiato, possiamo neutralizzare in parte l’effetto con del prezzemolo. Anche la menta svolge un effetto di contrasto e per le sue proprietà dona un forte senso di freschezza nella nostra bocca. Per quanto riguarda le bevande, il tè verde contiene sostanze che fungono da antibatterici naturali ed ha una forte azione detossinante, eliminando grassi e zuccheri tramite il drenaggio dei liquidi.

mela verde
mela verde (PublicDomainPictures/ pixabay)

Combattiamo l’alitosi con grandi quantità di frutta e verdura fresche (circa 30gr al giorno), una buona tazza di tè verde ed erbe aromatiche!

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter