Rosmarino, ecco perchè annusarlo è un toccasana per la memoria!

Il rosmarino è senza ombra di dubbio uno dei condimenti più usati nella cucina italiana. Si tratta di un’erba molto versatile che può essere usata per condire la carne, le patate e tante altre pietanze. Il rosmarino, oltre a donare un piacevolissimo sapore ai cibi, è anche molto utile per la salute dell’organismo. Ma andiamo a scoprire perché si dovrebbe annusare il rosmarino.

Rosmarino
Rosmarino (moiranazzari-Pixabay)

Secondo alcuni studi, anche solo annusare l’aroma di rosmarino aiuta il cervello a ricordare meglio informazioni ed eventi. Già gli antichi greci avevano imparato ad apprezzare questa “particolarità”.

Basti pensare che, mentre recitavano sul palco, si posizionavano un ramo di rosmarino sopra il capo proprio per poter ricordare bene le battute. Anche Shakespeare lo cita nell’Amleto, ma adesso ci sono proprio degli studi scientifici che confermano quanto appena detto.

Rosmarino, annusarlo fa bene: uno studio spiega il perchè

Rosmarino
I benefici del rosmarino (sosinda-Pixabay)

Si tratta di una ricerca che è stata condotta dal Professore Mark Moss e dalla professoressa Jemma McCready. Uno studio che ha fatto venire fuori dei risultati inaspettati. Gli scienziati dello studio, che è stato presentato anche alla British Psychological Society’s annual, hanno voluto testare gli effetti del rosmarino su ben 66 volontari.

I volontari sono stati divisi in due gruppi, ognuno in una stanza. In una stanza non c’era nessun profumo e, nell’altra, c’era l’aroma di rosmarino.

Ebbene è venuto fuori che coloro che erano nella stanza dove c’era l’aroma di rosmarino riuscivano ad ottenere degli ottimi risultati nei test di memoria. Coloro che erano nella stanza senza profumi, invece, avevano dei punteggi molto bassi.

LEGGI ANCHE –>Tutti gli errori che non devi fare per preparare un buon caffè

Il rosmarino, dunque, potrebbe essere un vero e proprio toccasana per tutti le persone che non riescono a ricordare le cose.

Il rosmarino è consigliato anche a chi ha problemi di reumatismi o problemi circolatori. In commercio ci sono molte pomate e formulazioni liquide che possono essere usate esternamente.

E’ risaputo comunque che il rosmarino venga utilizzato anche come digestivo eupeptico. Ma non solo. Viene utilizzato internamente anche per disturbi come dismenorrea, mal di testa, emicrania, amenorrea, mal di testa, ecc.

Gli altri benefici

Rosmarino
Gli usi del rosmarino (divily-Pixabay)

Anche chi soffre di vertigini può beneficiare delle proprietà del rosmarino. Così come chi soffre di stati di esaurimento.

Il rosmarino è molto utilizzato anche nella medicina omeopatica. Non a caso, infatti, si può trovare sottoforma di gocce orali, tintura madre, gocce orali, ecc.

Con l’arrivo della stagione invernale, poi, possiamo usare il rosmarino anche per risolvere problemi legati a bronchite, tosse, infezioni all’orecchio e sinusite.

Il rosmarino può essere anche assunto sottoforma di infuso. Per farlo, non dovrai fare altro che riscaldare l’acqua e, una volta che andrà in ebollizione, aggiungere un cucchiaino di foglie di rosmarino essiccate, o fresche.

Lasciare in infusione per circa 10 minuti, per poi filtrare il tutto e far raffreddare.

Il rosmarino, volendo, si può anche coltivare. In questo caso è importante sapere che questa pianta ama il caldo e il sole. Non serve fare irrigazioni frequenti, ma la cosa importante è controllare sempre che il terreno non sia troppo arido.

Coloro che coltivano il rosmarino in vaso, dovranno rinvasarlo ogni 4 o 5 anni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter