Uova e salute: mangiarle crude è davvero pericoloso?

Le uova sono un alimento dannoso per la nostra salute? E cosa succede se le consumiamo crude? Approfondiamo insieme. 

cestino uova
cestino uova (JillWellington/pixabay)

Le uova sono comprese tra gli alimenti più consigliati per chiunque faccia attività fisica visto il loro alto contenuto di proteine. Tuttavia godono anche di una cattiva fama per il loro contenuto di colesterolo e di conseguenza per gli effetti che questo potrebbe avere sul nostro corpo. Si tratta di un alimento che, vista la sua notevole diffusione nelle case italiane, ha fatto nascer intorno a sé numerose questioni che non sempre corrispondono alla realtà dei fatti. Che le uova contengano colesterolo è un dato di fatto ed in particolare è la parte rossa, il tuorlo, a contenerne di più. E’ importante ricordare però come non sia il colesterolo contenuto negli alimenti a far aumentare automaticamente il colesterolo presente nel sangue. Il nostro organismo non funziona in maniera così automatica. Quello che incide realmente sui livelli di colesterolo sono i grassi saturi e gli zuccheri. Le uova contengono pochissimi grassi saturi e una qualità di zuccheri pressoché insignificante. Ma come bisogna mangiarle? E’ pericoloso assumerle crude?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>L’alimentazione ai tempi del Covid-19: uova e legumi

Uova cotte o crude?

Il rischio maggiore per la nostra salute, che si incorre se vogliamo gustare un uovo crudo, è quello di contrarre la salmonella. In realtà però, i rischi ed i pericoli si abbassano se le uova provengono da galline allevate a terra. Se volete consumare le uova crude, dovrete perciò acquistarle in punti vendita sicuri e conservarle correttamente. L’altro inconveniente in cui ci si imbatte è quello di un loro contenuto altamente anti-nutrizionale: l’avidina. L’avidina è una proteina che comporta una carenza di vitamina H nel nostro organismo. In più le proteine che le uova crude contengono sono difficilmente assorbibili quindi, avranno un apporto proteico inferiore rispetto alle uova cotte. Se si cerca perciò un alimento che vi doni una notevole quantità di proteine, scegliete l’uovo cotto, che sia una semplice frittata o alla coque. Ovviamente, consumare un uovo crudo ogni tanto non fa male, l’ideale sarebbe non consumarlo tutti i giorni. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Alimentazione, consumo di prodotti bio in aumento in Italia: i numeri del successo

Quante uova consumarle e come mangiarle

Dopo aver visto che, la cosa migliore sarebbe consumare le uova cotte, vediamo qual’è il modo migliore per cucinarle. L’ideale sarebbe bollirlo, in maniera tale da rendere le sue proteine più assorbibili ed eliminare l’avidina. Vi basterà lasciarlo bollire per circa 10 minuti in un pentolino ed otterrete un buonissimo uovo sodo.  Altro metodo potrebbe essere quello delle uova strapazzate in padella, in questo modo limiterete anche il consumo dell’olio. Questi sono i modi più salutari per cucinare le uova ma anche qui contano molto i gusti e l’uovo, ad esempio, può essere tranquillamente anche fritto. In questo caso avemmo più grassi e le calorie nutrizionali saranno diverse ma avremmo pur sempre un alimento completo. L’uovo è infatti considerato un alimento completo per la sua grande quantità di proteine  ad alto valore biologico, grassi, sali minerali e vitamine. Per quanto riguarda la quantità, il consiglio è quello mangiare non più di due uova al giorno. Naturalmente poi è importante bilanciare il contenuto di proteine che si assume, trovando un equilibrio. Bisogna infatti limitare altri alimenti ricchi di proteine quando si consumano le uova. La cosa migliore sarebbe alternare gli alimenti. 

uova
uovo (alexas_fotos/pixabay)

L’importante è ricordare di non eccedere mai con la quantità e di preferire, se si ha un consumo frequente, sempre le uova cotte rispetto a quelle crude. Mangiare poi un uovo crudo ogni tanto non comporterà rischi salutari!

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter