Il pizzaiolo Marco Quintili si racconta: “Dalla periferia di Roma alla tv”

Il pizzaiolo Marco Quintili racconta in esclusiva a Yeslife la sua esperienza lavorativa: dalla periferia di Roma al premio come migliore pizza dell’anno

marco quintili
Il pizzaiolo Marco Quintili ( ufficio stampa)

Marco Quintili è un pizzaiolo campano che arrivato a Roma ha deciso di incoronare il suo sogno: aprire una pizzeria. Lo fa e sceglie la periferia, una sfida per lui e il suo team. A distanza di anni i suoi prodotti fanno il giro della Capitale e non solo: la sua pizza si aggiudica il premio come migliore pizza dell’anno, rientrando nella categoria 50 Top Pizza. Oltre che una bellissima esperienza è anche una soddisfazione personale che lo porta a fare sempre meglio per i clienti che credono in lui.

Abbiamo avuto l’occasione di fare alcune domande a Marco che ci ha raccontato la sua esperienza lavorativa e come sta gestendo questa seconda chiusura a causa del Covid.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Antonino Cannavacciuolo, l’intervista dal sapore vivace: “Per lui mi sono spinto oltre…”

marco quintili
Il pizzaiolo Marco Quintili (ufficio stampa)

Marco, come e quando è nata la tua pizzeria?

Abbiamo aperto la prima pizzeria che è in zona via san Biagio Platani che è dietro Tor bella monaca. Ho aperto l’azienda per scommessa per vedere se riuscivo ad ottenere un ritorno anche a livello mediatico. Volevo riuscire a portare la maggior parte di persone dal centro in periferia. E oggi possiamo dire che riesce a portare dalle duecento cinquanta alle trecento persone. In questo caso noi siamo riusciti a vincere questa scommessa.

2020 un anno molto particolare. Come avete vissuto le due chiusure?

Noi come azienda Quintili siamo stati fortunati perché siamo riusciti ad affermarci su Roma. Significa che noi abbiamo un ampia parte di clienti, non ci siamo proprio resi conto della crisi. Siamo riusciti in questi anni a dare un prodotto di massima qualità.

In questo ultimo anno secondo le statistiche il delivery ha subito un forte incremento, lei è favorevole?

Per forza, dobbiamo per forza fare questo delivery. Uno perché la richiesta è tanta e due le aziende devono mantenersi in qualche modo.

marco quintili
Il pizzaiolo Marco Quintili (ufficio stampa)

Oltre al delivery, quali regole avete adottato?

Non è stato facile avendo tanta richiesta il computer non era adatto per fare il delivery. Ho chiamato un’azienda per creare un programma per aiutarci nelle ordinazioni.

Attualmente i social sono molto importanti, voi come ci lavorate?

Facciamo delle foto naturali e fai ricordare alla gente che noi esistiamo. Senza fare questi quadri di Giotto e poi trovarsi una brutta copia a tavola. Sponsorizziamo tantissimo la nostra adesione al prodotto di qualità. Per me è una malattia andare a cercare i prodotti di nicchia e di aziende piccolissime.

Come nasce l’idea di una nuova pizza?

Tutti i prodotti che vengono messi sulla tavola sono studiati da me. A me piace mangiare e mi piace farlo in modo naturale e mi piace sentire i ricordi. Per mio padre cucinare era una passione e io da là ho imparato a sentire e a conoscere  i prodotti della terra in modo molto più naturale.

Attività chiuse, ma la sua pizza si è aggiudicata un premio come miglior pizzeria novità dell’anno. Cosa ci racconta di questa esperienza?

Mi hanno classificato diciottesima pizzeria al mondo e anche come pizzeria novità dell’anno. Un premio abbastanza forte perché comunque io sono campano dove anche quest’anno anche i miei colleghi hanno ottenuto i migliori premi che Top cinquanta pizze poteva dare. E’ una cosa bellissima.

Ospite ogni lunedì a il caffè degli artisti, cosa ci racconta di questa nuova esperienza lavorativa?

Mi hanno invitato come maestro di arte bianca, in questo Caffè di artisti ho conosciuto tantissimi professionisti e hanno anche sponsorizzato un giornale che parla della maggior parte di grandi chef stellati.

Progetti futuri?

Abbiamo deciso di andare all’estero e trovare altri locali.

Beatrice Manocchio

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter