Intervista a Raimondo Todaro: il lato inedito del ballerino amatissimo dal pubblico

Intervista a Raimondo Todaro: tra amore e passioni, il ballerino si racconta svelando qualche progetto futuro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raimondo Todaro (@todaroraimondo)

  • Raimondo, vieni scelto come maestro per la seconda edizione di Ballando con le Stelle nel 2005 vincendo in coppia con Cristina Chiabotto, Miss Italia 2004. In questi 15 anni, da quella prima volta come credi sia cambiato il tuo modo di insegnare?

L’insegnante come tutti i mestieri più lo pratichi più maturi e più diventi bravo. Avevo già all’epoca le conoscenze tecniche per farlo perché sono cresciuto ballando quindi anche nel 2005, nonostante la giovane età, credo di aver saputo fare il mio lavoro. Poi le esperienze di vita aiutano a formarti, a crescere e ti aiutano anche sul lavoro.

  • Il ballo è emozione, qualcosa che ti travolge completamente, tu balli si può dire da sempre, come riesci ancora ad emozionarti?

Sicuramente la musica é la chiave, a me piace ascoltare musica e ci sono alcuni brani che ad istinto ti fanno alzare e ti fanno ballare ed é una componente importante questa. Nel ballo quando lo fai come professione ci sono dei periodi in cui lo fai e provi più brividi e periodi in cui ne provi meno. Diciamo che ci sono delle variabili come in tutti i lavori del resto.

LEGGI ANCHE –> 10 domande a Francesco Acquaroli, oltre il Samurai di Suburra

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raimondo Todaro (@todaroraimondo)

  • Da ragazzo hai lasciato la tua Catania, città che sappiamo bene o sia ama o si odia, provi nostalgia?

Io Catania la amo, provo raramente nostalgia perché ho sempre fatto avanti e indietro        per insegnare alla mia accademia che è proprio a Catania. Prima del Covid – ad esempio – due  giorni a settimana ero lì, quindi non ho nemmeno il tempo di provare nostalgia.

  • Nel corso delle varie edizioni di Ballando con le Stelle hai portato a Catania le tue partner di ballo, visto che quest’anno – causa Covid e vari vostri problemi di salute – non è stato possibile, pensi che porterai più avanti Elisa in città?

Non credo perché in genere queste visite in città sono legate al programma. Non ho mai portato nessuna delle mie partner di ballando a Catania una volta finito il programma.

  • Ballerino e non solo, negli anni il tuo carisma e la tua bravura ti hanno permesso di esplorare il mondo della televisione: era il 2007 quando hai esordito come attore nella serie Operazione Pilota, com’è stato recitare con un artista poliedrico come Massimo Ranieri?

È stata una grandissima emozione: io ai tempi avevo 20 anni e sono cresciuto guardando Massimo. E’ stato un onore avere la possibilità di imparare tantissime cose anche semplicemente osservando lui che é un vero pezzo da 90.

LEGGI ANCHE –> 10 domande a Enrica Pintore: da Miss Italia ad oggi, una bellissima carriera. L’Intervista

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raimondo Todaro (@todaroraimondo)

  • Il Commissario Montalbano, Che Dio ci aiuti, Squadra Antimafia…tutte serie televisive di punta per le rispettive emittenti TV, quale esperienza ti è rimasta nel cuore?

È difficile scegliere perché li ho tutti nel cuore per motivi diversi. Fra tutti direi il Commissario Montalbano perché mi scelse il regista Alberto Sironi in persona, che ora purtroppo non c’è più, e poi direi anche perché si girava in Sicilia, la mia terra.

  • Un’intervista non basterebbe per ripercorrere le tue esperienze lavorative che sono tantissime, quindi ti chiedo c’è qualcosa che vorresti fare ma di cui non hai ancora avuto il tempo?

C’è una cosa che vorrei tanto fare: condurre un programma tutto mio. Un programma divertente ed esplosivo.

  • Finito Ballando con le Stelle, ci sono progetti futuri? Potresti darci qualche indizio?

Torno a “ItaliaSì” da Marco Liorni e sono felicissimo perché è un programma che mi piace moltissimo come mi piace moltissimo lo stile di Marco Liorni e poi subito dopo le vacanze natalizie tornerò “a casa” da Milly per “Il Cantante Mascherato” dove sono coreografo…e poi chissà che non vi possa stupire con altro…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raimondo Todaro (@todaroraimondo)

  • Ultima domanda, proiettiamoci per un attimo al dopo Covid, quando sarà possibile e scenderai a Catania, mi concederesti un ballo nella tua scuola di danza? Premetto che sono principiante…

Certo!!! non c’é problema…sono un esperto in principianti!!!!!

MARIA LONGO

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter