Giornate FAI, da domani 3 febbraio aperti molti luoghi storici in tutta Italia. La lista completa

Da domani sarà possibile visitare molti luoghi FAI aperti al pubblico. Le visite saranno organizzate nel massimo del rispetto delle norme sanitarie

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FAI – FONDO AMBIENTE ITALIANO (@fondoambiente)

Con il ritorno a zona gialla di moltissime regioni, il FAI ha deciso da domani di riaprire alcuni luoghi privati lungo tutta la Penisola, un evento straordinario per ridare una boccata d’ossigeno alle persone e alla stessa economia italiana in profonda crisi.

Tra i luoghi visitabili da domani Villa Necchi Campiglio, Villa e Collezione Panza a Varese, Palazzina Appiani a Milano, il Negozio Olivetti in piazza San Marco a Venezia e l’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (Ge). Continueranno a essere regolarmente aperti invece Torre e Casa Campatelli a San Gimignano (Si), la Baia di Ieranto a Massa Lubrense (Na) e Casa Noha a Matera. Gli altri Beni FAI riapriranno a partire da sabato 6 marzo.

Per partecipare agli ingressi di domani e nei giorni seguenti è necessario prenotare la visita sul sito della Fondazione, scegliere il giorno e l’orario preferiti tra quelli disponibili e versare il contributo. Inoltre si invita a effettuare sempre gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di denaro alle casse.

Per consentire al pubblico di visitare i beni nella massima sicurezza, il FAI ha organizzato tutte le visite nel massimo del rispetto dei principi sanitari definiti dal Governo a partire dal mantenimento della distanza interpersonale o fisica, l’uso delle mascherine e l’igienizzazione degli ambienti.

LEGGI ANCHE —> Black Friday, il lato negativo: possibile impennata di inquinamento da CO2

Fino al 25 febbraio si può ancora votare sul sito FAI il proprio “Luogo del cuore”

LEGGI ANCHE —> Inquinamento, Italia condannata dalla Corte Europea per la qualità dall’aria

Il FAI opera dal 1975 offrendo l’apertura al pubblico di tutti quei beni “privati” storico-naturalistici ricevuti per donazione o in eredità. Questa organizzazione è nata con lo scopo di poter sensibilizzare sempre più persone verso la salvaguardia di tutto il patrimonio artistico e culturale che offre il nostro Paese.

Ricordiamo infine che la decima edizione del Censimento dei “Luoghi del cuore” si è conclusa il 15 dicembre 2020, i risultati verranno annunciati il 25 febbraio 2021.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da L’Unione Monregalese (@unionemonregalese)

Sul sito del FAI è però già possibile vedere la classifica parziale che vede al primo posto, per ora, la ferrovia Nizza-Ventimiglia-Cuneo con oltre 57mila voti. Per gli indecisi sono ancora aperte le votazioni, sbrigatevi a votare il vostro luogo del cuore!