San Valentino: il motivo per cui non dovresti MAI regalare un animale

San Valentino. Domani sarà la festa degli innamorati, di sicuro il regalo più sbagliato da fare è un animale. Vi sveliamo il motivo

San Valentino mai regalare animale
Cane in regalo – Pixabay

La scelta di accogliere nella propria vita un animale domestico e aprire la vostra dimora a un piccolo essere che dipenderà in tutto e per tutto dalla presenza attiva e costante del suo padrone, di certo non è da prendere a cuor leggero. Non è semplice e va ragionata con coscienza e a lungo. Non siamo di fronte a oggetti inanimati di cui possiamo disfarci quando ci siamo stancati o non ne abbiamo più bisogno. Sono esseri senzienti, che provano emozioni: affetto, attaccamento, dolore, tristezza.

Certi delle responsabilità che comporta in termini di spazio, tempo e decisamente anche dal punto di vista economico, prendere con voi un animale domestico potrebbe essere la svolta che non solo vi cambierà la vita, potrebbe addirittura salvarla.

Tuttavia, vi sconsigliamo di usarlo come trovata geniale per fare un regalo a effetto per il vostro/a amato/a per il giorno di San Valentino. Ecco spiegati i motivi.

Leggi anche >>> Il cane al tuo matrimonio: è possibile? I 5 consigli per avere questo invitato speciale

San Valentino. NON regalate mai un animale domestico per questa festività

Animale domestico
Cane e gatto – Instagram

Leggi anche >>> Microchip del cane. E’ obbligatorio? Quanto costa? Tutte le informazioni

Magari immaginate già la scena di commozione e infinita gioia che si stamperà sul volto della persona che amate allorquando farete il vostro ingresso trionfale con un cucciolo di cane o gatto con tanto di fiocco sul collare. Bene, questa è un’immagine che durerà solo pochi istanti. Finiti questi, inizia la vita vera: le responsabilità, i sacrifici che dovrete fare per il nuovo arrivato.

Badate bene, non stiamo scoraggiando nessuno dall’adottare un animale domestico. Decidere di dare una casa a una piccola anima è il gesto migliore che si possa fare. E’ bene però che passi il messaggio che gli animali non sono un regalo a effetto, sono esseri viventi.

Se invece siete convinti che farete un gesto gradito dovete considerare diversi fattori.

  • 1) La persona a cui è destinato l’animale domestico potrebbe desiderare un’altra specie o un’altra razza. Non facciamo di testa propria ma accertiamoci della scelta. Magari qualcuno preferisce un gatto a un cane, una tartaruga a un pesciolino, ecc,
  • 2) Il destinatario del nostro regalo di San Valentino potrebbe non avere le risorse economiche necessarie. Forse proprio per questo non ha mai fatto il passo di adottare in prima persona. Non si tratta solo dell’acquisto dell’animale in sè. Ci sono spese veterinarie, il microchip, alimentazione che dev’essere sana e non con prodotti dozzinali,  toelettatura, giochini, pulizia, addestramento…
Cane
Cane (Getty Images)
  • 3) Chi riceve questo “dono” speciale potrebbe non avere risorse in termini di tempo ed energie. Pensate di regalare un cucciolo, ai bisogni di cui necessita, al periodo in cui deve abituarsi a fare deiezioni fuori. Immaginate che a prendersene cura debba essere una persona che non è mai a casa, che non può dedicarsi come vorrebbe e dovrebbe. Credete ancora che sia una buona idea?
  • 4) Regalare un animale domestico per San Valentino fa passare il messaggio erroneo che si tratti solo di un oggetto. Una sciarpa, un gioiello, un orologio, ecc. sono COSE che possono essere restituite. Con gli animali che si fa? Li si abbandona quando la novità è finita? Non se ne parla nemmeno!
  • 5) L’animale domestico scelto potrebbe non essere appropriato al destinatario. Se si è troppo giovani si è impegnati con scuola, università, lezioni pomeridiane, palestra, amici, ecc. Una persona troppo anziana potrebbe essere impegnata ancora con il lavoro, con i nipoti, con le mille sfaccettature di una vita piena.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Virus test sierologici gatti
(Getty Images)

La regola fondamentale è che gli esseri viventi non si regalano. Si sceglie di comune accordo di adottare dopo aver verificato che ci siano tutte le circostanze favorevoli per regalargli la miglior esistenza possibile.