Si rifiuta di assumere i farmaci: padre accoltella il figlio disabile

Un uomo di 90 anni di Aci Castello (Catania) è finito ai domiciliari con l’accusa di aver accoltellato il figlio disabile 46enne al culmine di una lite.

Catania accoltella figlio disabile
Carabinieri (marcodotto – Adobe Stock)

Tragedia sfiorata ad Aci Castello, in provincia di Catania, dove un uomo di 90 anni ha tentato di uccidere il figlio disabile. L’anziano avrebbe aggredito il figlio 46enne, affetto da disturbi mentali, sferrandogli una coltellata al culmine di una lite scoppiata nell’abitazione dove vivevano. Lanciato l’allarme, sul posto sono arrivati i sanitari del 118 e i carabinieri. Il 90enne è stato arrestato, mentre la vittima è stata trasportata in ospedale, dove si trova ricoverata non in gravi condizioni.

Leggi anche —> Drammatico incidente domestico: ragazzo ritrovato senza vita

Catania, accoltella il figlio disabile al culmine di una lite: ai domiciliari padre 90enne

Legnano ragazzo folgorato vasca da bagno
Ambulanza (Robert Leßmann – Adobe Stock)

Leggi anche —> Roma, 11enne aggredito da un cinghiale: non è la prima volta

Nella serata di ieri, domenica 14 febbraio, ad Aci Castello, comune in provincia di Catania, un uomo di 90 anni ha tentato di uccidere il figlio disabile. Secondo quanto riporta la redazione de Il Giornale di Sicilia, tra i due sarebbe scoppiata una lite perché il 46enne, affetto da disturbi mentali, si sarebbe rifiutato di assumere i farmaci prescritti dal medico. Al culmine del litigio, l’anziano avrebbe afferrato un coltello e sferrato una coltellata alla schiena del figlio. I familiari hanno cercato di sedare la lite e lanciato l’allarme.

Presso l’abitazione sono arrivati gli operatori sanitari del 118 ed i carabinieri. Il personale medico ha soccorso il 46enne e lo ha trasportato presso l’ospedale Cannizzaro di Catania. Qui i medici hanno riscontrato una “ferita da punta e taglio in regione renale“. Le condizioni della vittima non desterebbero particolari preoccupazioni ed i medici hanno sciolto la prognosi a 30 giorni.

L’aggressore è stato arrestato dai militari dell’Arma ai quali, riporta Il Giornale di Sicilia, avrebbe detto di essere rammaricato per non essere riuscito a colpire il figlio più volte. Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Catania, data la disponibilità della figlia dell’uomo di accoglierlo in casa, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari nell’abitazione della donna.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Carabinieri
Carabinieri (mino21 – Adobe Stock)

Intanto sono in corso le indagini dei carabinieri per ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti. In tal senso sono stati sentiti tutti i familiari che si trovavano in casa al momento dell’aggressione.