Omicidio Cucchi, parla la sorella Ilaria: “Non era possibile andare oltre” – VIDEO

Dopo anni si parla ancora dell’omicidio Cucchi, ci sono novità? Cosa sta succedendo? Ecco gli ultimi aggiornamenti del caso

Sono passati tanti anni dalla morte di Stefano Cucchi, ma ancora se ne parla e la prima a farlo è la sorella Ilaria che attraverso i post su Facebook tiene aggiornata la comunità che ha supportato la famiglia dal giorno dopo la morte del ragazzo. Così proprio in questi ultimi giorni, la donna ha deciso di far sapere ai follower una cosa importante, che cambierà per sempre la sua vita e quella dei genitori.

LEGGI ANCHE>>>>Ilaria Cucchi: “Ricevo insulti e minacce. La nostra situazione patrimoniale è devastante”

Omicidio Cucchi: qual è la novità?

Stefano Cucchi
(Getty Images)

LEGGI ANCHE>>>La morte di Stefano Cucchi: il processo e quello che c’è ancora da scoprire

L’abitazione comprata dai genitori per Stefano Cucchi, nell’ambito del percorso che era stato consigliato dagli operatori del Ceis, è stata venduta. “Mamma e papà hanno continuato a pagarne il mutuo fino a che hanno potuto – scrive Ilaria – per fare questo sono rimasti indietro con le rate di casa loro. Non era possibile andare oltre e allora ho deciso di vendere la casa di Stefano”. “Confesso che non la amavo, quella casa, perché era il teatro del nostro fallimento – aggiunge – e poi, quando vi sono entrata dopo la sua morte, vi ho visto, appesa sulla parete e ben visibile, una grande fotografia con il mio volto”. La casa è stata venduta quattro giorni fa ed una giovane coppia l’ha comprata. “Bellissimi. Ci hanno detto che erano fieri di aver comprato la casa di Stefano Cucchi. Erano emozionati”. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ilaria Cucchi (@ilariacucchiofficial)

Stefano Cucchi è ancora nella memoria del popolo italiano e la sua storia non verrà dimenticata facilmente, un esempio di ingiustizia che non deve più capitare.