Chiede il divozio a 93 anni. Il motivo è un’altra donna ma…

Chiede il divozio a 93 anni. La moglie ne ha 86. La separazione non è consensuale e il loro caso finisce al tribunale. I fatti

Divorzio a 93 anni Arezzo
Divorzio – Pixabay

Per la serie “non è mai troppo tardi”, un uomo di 93 anni ha deciso di divorziare dalla moglie 86enne. Il fatto è avvenuto nella provincia di Arezzo. Nonostante la contrarietà di figli e nipoti, l’anziano ha deciso di portare avanti i suoi propositi, adducendo il desiderio di volersi rifare una vita.

L’uomo, seguito dall’ avvocato Marco Acquisti, convive adesso con la nuova compagna. Sarebbe stato il nuovo amore a scatenare in lui l’intenzione di chiudere il suo rapporto matrimoniale, non considerando l’età avanzata come un ostacolo. Rispetto a vecchi copioni già visti in cui di solito persone anziane sono irretite da soggetti ben più giovani di loro, questo caso fa eccezione.

Il 93enne avrebbe intrecciato una relazione con una donna più o meno coetanea,  conosciuta in un circolo culturale poco tempo prima del lockdown. La storia è giunta in tribunale. Come ha reagito la moglie?

LEGGI ANCHE >>> Sbranata dal cane: fidanzato accusato di omicidio colposo

Chiede il divorzio a 93 anni. La reazione della moglie 86enne

Divorzio a 93 anni Arezzo
Coppia anziana – Pixabay

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Brutale incidente stradale: muore motociclista 30enne

La moglie 86enne inizialmente non ha acconsentito al procedimento di separazione consensuale. Solo in un successivo momento si è presentata al giudice del tribunale civile della città di Arezzo, assistita dall’avvocato Michela Pellegrini, dando il via al perseguire della volontà del marito (ormai quasi ex).

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Divorzio a 93 anni Arezzo
coppia anziana – pixabay

Giovedì scorso, i due anziani coniugi in videoconferenza e avvocati in presenza in aula, sono giunti al termine della contesa. L’ex moglie manterrà l’usufrutto della loro casa e riceverà un assegno mensile di 300 euro. Passati tre mesi, il 93enne potrà formulare richiesta di divorzio.