Terremoto di magnitudo 4.3 a Palermo: Panico in Sicilia

La terra continua a tremare e questa volta un terremoto di magnitudo 4.3 ha interessato la zona di Palermo e provincia

terremoto umbria
Terremoto (Getty Images)

Alle ore 6.14 di questa mattina una scossa di terremoto di magnitudo tra 4.3 e 4.8 ha toccato la Sicilia. Alle 6,23 e alle 6,39 la terra ha tremato ancora ma con meno intensità con magnitudo di 2 e 2.2. La zona interessata è stata quella della città e provincia di Palermo.

I sismografi dell’Istituto nazionale geofisica e vulcanologia hanno rilevato la scossa nelle zone di Lascari, Campofelice di Roccella, Gratteri e Cefalù ma non solo.

Questi quattro sono i comuni a 15 km dall’epicentro mentre ce ne sono altri quattro più distanti ma in cui lo stesso si è avvertito il terremoto e sono Bagheria (33km), Palermo (46), Caltanissetta (72) e Agrigento (95).

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Simulazione terremoto: donna muore cadendo dal quinto piano

Tanta paura tra la popolazione della provincia di Palermo per il terremoto

terremoto umbria
Sismografo (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Terremoto di magnitudo 3.4 in Calabria. Tanta paura sulla costa jonica cosentina

Tanta paura tra la gente della provincia di Palermo che si è subito riversata in strada ma per fortuna al momento non si registrano danni a persone o cose. Tante sono state le telefonate ai vigili del fuoco dalla popolazione del palermitano spaventata dal fenomeno della terra che trema.

L’epicentro è stato individuato dall’ Ingv in mare aperto al largo della costa del capoluogo siciliano a 6 km. Secondo l’ Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia la forte scossa di terremoto si è avvertita nitidamente da parte di tutta la parte più a nord dell’ isola siciliana, ovvero da Santo Stefano di Camastra (provincia di Messina) fino ad arrivare alla provincia di Trapani.

Sui social network molti utenti della popolazione del palermitano si sono detti preoccupati e hanno scritto di essere stati svegliati all’alba da quella che è stata una scossa intensa seppur di breve durata. Infatti la popolazione ha visto aprirsi ante degli armadi e addirittura le persiane delle finestre.

terremoto filippine indonesia tunami
Rilevazione terremoto (GettyImages)

Ieri alle 19,14 era stata evidenziata dall’ Ingv un’altra scossa di magnitudo 2.7 e l’epicentro era sempre in mare a una profondità di 3 km. Intanto i vigili del fuoco continuano a ricevere chiamate ma per ora non sono stati registrati danni.