Anche tu soffri d’insonnia? Devi assolutamente conoscere cause, sintomi e terapie

L’insonnia rappresenta un disturbo del sonno, è una patologia da non sottovalutare poiché a lungo andare può portare a gravi conseguenze. 

Risvegli notturni cause fasce orarie
Insonnia (Foto di Sammy-Williams da Pixabay)

Quante volte abbiamo aspettato l’alba guardando le lancette dell’orologio scandire il tempo come una sentenza? Quante volte abbiamo passato notti in bianco? Quante volte ci siamo addormentati pochi minuti prima che suonasse la sveglia? Tante, forse troppe.

Il disturbo persistente o sporadico di cui soffriamo si chiama insonnia e colpisce all’incirca un terzo della popolazione mondiale. Questa è una patologia che se non viene curata può portare a conseguenze molto gravi alla salute del nostro organismo. Conoscere l’insonnia ti permetterà di andare da uno specialista per rimediare a questa condizione degenerativa.

L’insonnia è un disturbo del sonno e si manifesta con la difficoltà a prendere sonno o a dormire. La mancanza di sonno porta stress, irascibilità e peggiora la qualità della vita. Talvolta questo disturbo è associato ad una stanchezza diurna, perdita di memoria, stanchezza mentale e fisica, ma alla basa possono esserci problemi ben più importanti anche a livello psicologico.

Individuare questa condizione patologia non è facile in quanto capita a tutti di passare qualche notte in bianco o di essere agitati in alcuni periodi per determinati avvenimenti. Oggi ti spiegheremo come individuare l’insonnia e come fare per porne in parte rimedio, se ti riconosci in una di queste condizioni, ti consigliamo di recarti da uno specialista. La tua vita migliorerà visibilmente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Il cuore, muscolo fondamentale per vivere. Sai come tenerlo sano e forte?

Cause e terapie per guarire dall’insonnia

Insonnia
Insonnia – Foto di Elf-Moondance da Pixabay

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Zucchero? No grazie. Scopri cosa ti succede se lo elimini dalla tua alimentazione

L’insonnia è quel disturbo del sonno che si manifesta con la difficoltà ad addormentarsi, frequenti risvegli notturni e scarsa qualità del sonno. Questa condizione inizia a manifestarsi nella tarda adolescenza e se non curata può portare a conseguenze molto gravi.

Ogni persona, in base all’età e al sesso, ha bisogno di un numero di ore di sonno per affrontare bene la giornata, se non dormiamo abbastanza a lungo andare avremmo un crollo psicologico.

Esistono quattro tipi di insonnia, primaria ( che esula dalle patologie), secondaria (conseguenza di malattie), acuta ( se dura meno di un mese), cronica ( quando dura da oltre tre mesi).

I fattori scatenanti dell’insonnia interessano sia la sfera emotiva che quella comportamentale, genetica o patologica. Questa dipende prevalentemente dallo stress, dalla genetica, dallo stile di vita, dal carattere, da patologie o da farmaci. Ad ogni modo quale sia la causa va trovata e va curata.

Sonno disturbato (Foto di Dieter Robbins da Pixabay)

L’insonnia viene curata con dei farmaci specifici, con una terapia comportamentale o con un supporto psicologico, talvolta la combinazione è anche totale. Quello che devi tenere a mente è che l’insonnia è un disturbo e va curata con uno specialista.

Esistono però degli accorgimenti da seguire per cercare di alleviare questo disturbo:

  • Dovresti usare la camera da letto solo per dormire, mai per lavorare, leggere o guardare la televisione.
  • Cerca di non dormire durante il giorno, ma tieniti sveglio come meglio puoi
  • Prima di andare a dormire non praticare attività sportiva o comunque attività impegnative per il fisico e la mente
  • Cerca di andare a letto e di alzarti sempre la stessa ore
  • La sera evita di fumare, di bere alcol, caffè, bevande energetiche e cibi piccanti