“Ha inventato tutto”, bufera sull’aggressione a Facchinetti. Il noto giornalista racconta la verità

È bufera sull’aggressione a Francesco Facchinetti da parte del pugile McGregor: Andrea Scanzi si schiera dalla parte del cantante e svela i retroscena dell’episodio

scanzi aggressione facchinetti
Francesco Facchinetti (Getty Images)

Dopo le dichiarazioni rilasciate da Francesco Facchinetti tramite le stories di Instagram, una bufera social si è irrimediabilmente abbattuta sul cantante. Il figlio d’arte ha mostrato i segni dell’aggressione subita da Conor McGregor, il noto pugile con cui Facchinetti avrebbe trascorso una serata presso l’Hotel St. Regis.

Il pugile, con un gesto improvviso e totalmente ingiustificato, avrebbe sferrato un pugno in faccia al cantante, il quale, dopo essersi allontanato assieme alla moglie Wilma, ha deciso di raccontare tutto tramite i social. Molti utenti, tuttavia, hanno messo in discussione le dichiarazioni dell’artista. Grazie al resoconto del giornalista Andrea Scanzi, abbiamo scandagliato i dettagli dell’increscioso episodio.

NON PERDERTI ANCHE —> Diletta Leotta esplode di sensualità. La FOTO che ti svolta la domenica…

Bufera sull’aggressione a Facchinetti: Andrea Scanzi racconta come è andata

NON PERDERTI ANCHE —> Toni accesi a “Domenica In”: Venier costretta a lanciare la pubblicità

È stato il giornalista Andrea Scanzi a ripercorrere i dettagli dell’aggressione a Francesco Facchinetti, che sarebbe avvenuta ieri sera presso i locali dell’Hotel St. Regis di Roma. Conor McGregor, pugile di fama mondiale, avrebbe invitato il cantante a trascorrere una serata assieme, in cui il divertimento e le risate non sarebbero affatto mancate. Ad un certo punto, il pugile si sarebbe reso colpevole di un gesto riprovevole. “McGregor si alza e spacca con un cazzotto naso e labbra di Facchinetti, che carambola a terra e viene salvato dalle persone presenti“: questo il resoconto del giornalista de Il Fatto Quotidiano.

Quest’ultimo ha inoltre sottolineato come simili episodi, nella vita del pugile, siano già avvenuti in passato. McGregor, ha spiegato Scanzi, ha infatti all’attivo ben tre condanne, oltre ad esser stato accusato di violenza sessuale. Il giornalista si è poi scagliato contro tutti coloro che hanno dato a Facchinetti del bugiardo: “Molti scrivono che Facchinetti ha inventato tutto: a quale titolo? È scemo? Oppure è un bugiardo bipolare? Via, su“.

scanzi aggressione facchinetti
Conor McGregor (Getty Images)

Un’aggressione ingiustificata e terrificante, agli occhi di Andrea Scanzi, su cui non bisognerebbe nutrire alcun tipo di dubbio. Il silenzio di McGregor, secondo il giornalista, è la conferma della sua colpevolezza.