Allarme quarta ondata in Europa, Austria: “lockdown forzato per i no vax”

La nuova normativa anti-Covid è stata annunciata questa domenica (14 novembre) dal nuovo cancelliere Alexander Schallenberg.

U-Mask, scatta la denuncia di Striscia la Notizia: “Filtrano meno di….”
Mascherine (Foto di Wilfried Pohnke da Pixabay)

Confinamento forzato per i non vaccinati in Austria. La rigida normativa anti-Covid è stata annunciata questa domenica (14 novembre) dal nuovo cancelliere austriaco Alexander Schallenberg. Tra la preoccupazione tutta europea nei confronti di una prossima quarta ondata pandemica, il Paese al centro del Vecchio Continente non resta con le mani in mano. Di fronte alla corsa invisibile del virus, le autorità locali avviano una politica restrittiva ancor più severa nei confronti dei no vax.

NON PERDERTI ANCHE >>> COP26: la “deludente” firma conclude il vertice sul clima

Alexander Schallenberg: “verso una pandemia di non vaccinati”

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Scandalo all’Eliseo: procura francese apre l’inchiesta per stupro

La nuova norma di prevenzione forza il lockdown sia ai non vaccinati sia a chi non ha completato la campagna vaccinale. A osservare la nuova legge non sono solo gli adulti: la normativa riguarda tutte le fasce di età considerate idonee alla somministrazione delle dosi vaccinali. Il confinamento forzato sarà pertanto obbligatorio per soggetti a partire dai 12 anni in su. La decisione entrerà in vigore a partire da questo lunedì (15 novembre), secondo quanto riferito dal nuovo cancelliere Alexander Schallenberg.

Il politico austriaco ha sottolineato il carattere urgente della restrizione di fronte a un’emergenza tanto pericolosa quanto imprevedibile. La criticità della situazione aumenta progressivamente; pertanto, il nuovo provvedimento sociale, seppur “ponderato non a cuor leggero”, è ormai necessario.“, ha riferito Alexander Schallenberg in una conferenza stampa a Vienna.

Secondo le stime rilasciate dalle fonti ufficiali, in Austria circa il 65% della popolazione ha ricevuto entrambe le dosi del vaccino in Austria; valore leggermente inferiore alla media europea del 67%. La decisione del governo austriaco arriva all’abbrivio di una nuova ondata di infezioni da Covid-19, la quarta. Il virus continua a correre per l’Europa centrale, costringendo i vari paesi ad adottare normative all’ultimo minuto per prevenire l’inizio di un nuovo disastro umanitario.

“Stiamo andando verso una pandemia dei non vaccinati” – ha riferito Alexander Schallenberg. – “I non vaccinati devono comprendere che sono responsabili non solo della loro salute, ma anche di quella degli altri”.

mascherine covid-19
Mascherine (Getty Images)

“È inaccettabile che il sistema sanitario venga sovraccaricato per colpa degli indecisi e attendisti“.