Felix soffre il freddo? Scopri tutti i metodi per riscaldarlo e proteggerlo

Vi siete mai chiesti se i gatti soffrono il freddo o gli basta il loro folto e caldo pelo? Vi sveliamo tutto ciò che serve sapere

Gatto
Gatto-foto pixabay

Se avete un gatto non è possibile che non vi sia mai capitato di soffermarvi a pensare al fatto che forse potrebbero avere freddo d’inverno, nonostante il folto pelo. Il fatto che molti animali abbiano un pelo spesso non vuol dire che non soffrano il freddo. Molti cani infatti vengono coperti d’inverno con vestitini. Scopriamo allora se è anche il caso dei felini.

I gatti soffrono il freddo d’inverno?

Gatti
Gatti (Getty Images)

I gatti come gli umani sono freddolosi, la risposta è sì dunque. Non hanno una resistenza al freddo così forte, anche se hanno un pelo molto folto. Spesso infatti si vanno a nascondere nelle loro ceste o cucce per riscaldarsi. Vediamo nel dettaglio come capire se il gatto ha freddo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>“Hai tutto il mio cuore”, Giulia Stabile prende posizione: le parole che colpiscono

Intanto occorre fare una distinzione tra i gatti senza pelo e quelli con il pelo. È chiaro che la prima categoria avrà sicuramente più freddo della seconda. Ma questo non vuol dire che quelli con il pelo non abbiano affatto freddo.

Alcune situazioni climatiche con un freddo rigido possono mettere a dura prova i felini, modificando la loro temperatura corporea. Non è possibile indicare sotto quale situazione climatica stiano peggio i gatti, però osservando i loro comportamenti è possibile capire se stiano soffrendo il freddo.

Il primo atteggiamento che desta preoccupazione, è la ricerca da parte del gatto di una fonte calda. Quindi lo troveremo sdraiato vicino al calorifero o al camino acceso. Oppure se c’è un giardino o balcone, lo troveremo al sole. Un altro comportamento insolito che indica un senso di freddo, è il fatto d’infilarsi in posti soffici e stretti.

Spesso usano i plaid che trovano sui divani e letti. Possiamo verificare se c’è un cambiamento nella loro temperatura corporea, tastando i cuscinetti delle loro zampe e la punta della coda.

Se risultano più freddi vuol dire appunto che c’è una diminuzione del flusso sanguigno per ristabilire la temperatura del felino in base ai cambiamenti. Anche alle persone accade la stessa cosa. Se il gatto non trova abbastanza calore, inizia ad avere sintomi più o meno gravi invece.

La pelle in alcuni punti del corpo si raffredda e il gatto inizia a tremare. A livelli gravi, come accade per gli umani, la frequenza cardiaca scende e anche quella respiratoria, la muscolatura diventa rigida e il gatto entra in uno stato di confusione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>“La dea del Natale”. Caterina Balivo si prepara per le festività ma i fan notano un particolare inquietante – FOTO

Chiaramente davanti ad una situazione del genere bisogna correre dal veterinario. Per tenere sempre al caldo i vostri gatti prendere delle coperte termiche o autoriscaldanti che rilasciano calore quando il gatto ci si sdraia sopra.

Gatto plaid
Gatto plaid-foto pixabay

Contengono un materiale termo-riflettente nulla di pericoloso per il felino. Anche nel cibo è importante dare calore d’inverno, meglio scaldare leggermente la pappa. Se il gatto vive fuori meglio isolare la cuccia termicamente creando calore. Aggiungere materiali per scaldare la zona e fermare le correnti d’aria. E ovviamente riempire di plaid. Evitare di dare pappe umide ai gatti che vivono fuori.

Impostazioni privacy