Allerta Covid e ferrovie: la variante Omicron cancella 180 treni

Aumentano i contagi Omicron: sono 180 i convogli regionali di Trenitalia che saranno cancellati a partire da domani, lunedì 10 gennaio.

Allerta Covid e ferrovie: la variante Omicron cancella 180 treni
Treni in Italia (Getty Images)

Non si allenta la situazione coronavirus in Italia. La recente impennata dei contagi legati alla variante Omicron è all’origine dell’ultimo blocco servizi a favore di una nuova organizzazione in nome della prevenzione e sicurezza collettive. Tra le sfere più colpite dalla nuova ondata pandemica rientrano anche i viaggi per lo Stivale e il settore ferroviario: la risoluzione annuncia la cancellazione di 180 convogli regionali di Trenitalia. Secondo quanto riporta il Gruppo Fs. citato dall’Ansa, sono sono circa 550 i convogli bloccati in tutta Italia, ma la maggior parte dei mezzi sarà sostituita dall’alternativa di bus e navette.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Amara sorpresa per una coppia al rientro dalle vacanze: dei filmati risolvono il giallo 

Allerta contagi Omicron: riorganizzazione delle ferrovie

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea Sosio (@andrea.sosio)

NON PERDERTI ANCHE >>> Lite tra ragazzini, strangolato un 17enne: il movente

La notizia collima con le informazioni riportate dai principali media italiani. Stando a quanto si legge nelle fonti ufficiali, le cancellazioni colpiranno anche il mondo delle Frecce; in caso i viaggiatori saranno avvertiti con anticipo attraverso un sms e una mail. Regolari invece gli Intercity e Notte di fronte alla conferma dei 180 treni di Trenitalia che saranno cancellati a partire da domani, lunedì 10 gennaio. Il fermo dei convogli bloccati, circa il 3% dell’offerta locale, sarà attuato per favorire “la riorganizzazione del servizio dovuta alla diffusione dei contagi Omicron“. L’informazione è stata riferita nell’ultima dichiarazione del Gruppo Fs.

Sale al 9% del trasporto regionale il fermo complessivo tra cancellazioni e sostituzioni con autobus; almeno 550 mezzi di trasporto. La decisione risolutiva prevede la cancellazione “contenuta” dei convogli, specialmente quelli in servizio durante “le fasce orarie di minore affluenza”. Lo scopo del Gruppo Fs è ovvio: aumentare gli sforzi per contenere i contagi da Covid-19 attraverso “azioni volte a contenere il loro inevitabile riflesso sulla regolarità dei servizi ferroviari, in ambito sia regionale sia nazionale.” Stando al comunicato ufficiale, la riprogrammazione ferroviaria non ostacolerà pertanto le principali fasce orarie pendolari e i collegamenti utilizzati regolarmente dagli studenti.

Allerta Covid e ferrovie: la variante Omicron cancella 180 treni
Treni in Italia (Getty Images)

Il personale Fs invita i passeggeri a informarsi sempre prima di intraprendere il proprio viaggio consultando il sito ufficiale trenitalia.com e gli altri canali del Gruppo Fs Italiane.