Morto in casa da giorni, la compagna in stato di choc non chiama i soccorsi

Sono in corso tutti gli accertamenti da parte delle autorità di Prato dove si è consumata la tragedia. Ad avvertire i Carabinieri è stato l’ex marito della donna.

Morto in casa da giorni, la compagna in stato di choc non chiama i soccorsi
Soccorritori a Prato (Ansa) – YESLIFE

Era seduta sul pavimento in bagno, rannicchiata in stato di choc evidente senza mangiare e bere ormai da 4 giorni. I Vigili del Fuoco l’hanno trovata così ieri quando sono entrati in via Marx a Prato avvertiti dall’ex marito della donna 64enne che non rispondeva al cellulare.

Elemento che ha fatto insospettire l’uomo che ha subito avvisato le autorità che sono andate a controllare soprattutto perché la signora faceva fatica a deambulare da sola e si temeva le fosse successo qualcosa di grave. Invece quando sono entrati in casa hanno fatto la macabra scoperta.

Scoperta macabra a Prato, tutti i dettagli del caso

All’arrivo dei soccorsi la signora è risultata fortunatamente ancora cosciente seppur in stato confusionale. Nella camera da letto però si trovava il compagno privo di vita da alcuni giorni, probabilmente quattro o cinque.

Morto in casa da giorni, la compagna in stato di choc non chiama i soccorsi
Carabinieri (ANSA) – YESLIFE.IT

Questa la scena drammatica a cui si sono trovati di fronte i Carabinieri, i Soccorritori ed i Vigili del Fuoco ieri mattina intorno alle 11 non appena hanno aperto la porta.

Anche i vicini di casa lamentavano da qualche giorno una puzza oltremodo insopportabile, ma nulla faceva pensare ad una situazione di emergenza di tale portata.

Morto da 4 giorni in camera, si attendono le indagini sul corpo

L’uomo di 63 anni (di cui non è stata rivelata l’identità), sarebbe morto per cause naturali almeno qualche giorno prima del ritrovamento, forse 4 o 5 come hanno fatto sapere i sanitari.

Morto in casa da giorni, la compagna in stato di choc non chiama i soccorsi
Vigili del Fuoco (ANSA) – YESLIFE.IT

La donna di 64 anni probabilmente non è riuscita ad avvertire i soccorsi sopraffatta da attacchi di panico.

Ora si trova all’ospedale Santo Stefano per tutti gli accertamenti sanitari dovuti ad una paziente nel suo stato.

Il medico non ha potuto che constatare il decesso dell’uomo in visibile stato di decomposizione. Sarà ora la procura a stabilire se saranno necessari accertamenti sulla morte, ma sembrerebbero escluse altre ipotesi se non quella di infarto.

 

MUORE IL FIDANZATO, LEI RICOPERTA DI INSULTI. GUARDA IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TG DI YESLIFE

Impostazioni privacy