Tragedia sull’A21, lo scontro tra mezzi pesanti è stato fatale: due le vittime

Un’autocisterna prende fuoco e due persone perdono la vita sulla A21, vicino Piacenza, a causa di un grave incidente. Un terzo uomo è ricoverato in ospedale
Incidente A21 autocisterna
Lampeggiante (Pixabay) YESLIFE.IT
Tragedia sulla strada A21. Due persone hanno perso la vita in seguito ad un grave incidente, nel quale una autocisterna ha preso fuoco. Il disastro è accaduto ieri 25 Agosto 2022 verso le ore 13.

La dinamica dell’incidente e il bilancio delle vittime

È avvenuto nella zona di Piacenza, dove i vigili del fuoco hanno cercato di domare le fiamme e di portare prontamente a termine le operazioni di messa in sicurezza del mezzo.
Incidente A21 autocisterna
Autocisterna (Pixabay) YESLIFE.IT
Le due persone decedute erano alla guida e sono state estratte dai rispettivi veicoli, ovvero l’autocisterna che ha preso fuoco e un furgone. Quest’ultimo ha poi impattato contro un altro mezzo pesante, provocando anche una terza persona coinvolta nell’incidente, un camionista che ha riportato alcune ferite e che ora sarebbe ricoverato in ospedale.
Le operazioni di sgombero della carreggiata della A21 Piacenza-Brescia, sono state portate avanti per diverse ore prima di poter essere ultimate e hanno provocato non pochi ritardi, bloccando drasticamente il traffico.

L’autocisterna trasportava un materiale infiammabile: il bitume

Il punto esatto dell’ingorgo stradale è avvenuto nei pressi del comune di Caorso, al chilometro 179 nord. L’autocisterna trasportava materiale altamente infiammabile: il bitume.
Incidente A21 autocisterna
Ambulanza (Pixabay) YESLIFE.IT

“Le dinamiche ci dicono che la causa principale degli incidenti sono le distrazioni e gli eccessi. L’automobilista che svolta all’improvviso a sinistra, le motociclette che vanno a velocità anche molto sostenuta. Penserete che il problema sia il rischio di distrarsi perché impegnati in una conversazione al telefono. Ebbene sì, lo è, come dicevo, ma non è solo questo a doverci mettere in allarme. Succede che con il telefono posizionato tra l’orecchio e il casco il cinturino perde la sua funzione specifica” Aveva detto qualche tempo fa Mauro Sorbi, presidente dell’Osservatorio regionale sulla sicurezza, durante una intervista ad un quotidiano locale. Le possibilità di rimanere coinvolti in un destr stradale aumentano ovviamente se si parla di mezzi pesanti come quelli sopracitati; inoltre bisogna prestare ancora più attenzione se uno dei veicoli trasporta materiali particolarmente pericolosi, per il conducente e per gli altri utenti della strada.