Sangiovanni, terribile malore prima di un concerto: “Sto male da un anno e mezzo”

Sangiovanni è stato costretto a rimandare un concerto in seguito ad un problema di salute: sui social ha raccontato quello che gli sta succedendo da più di un anno

Sangiovanni malore prima di un concerto
Sangiovanni (instagram) yeslife.it

Da quando ha partecipato alla ventesima edizione di Amici di Maria De Filippi, Sangiovanni ha raggiunto un successo clamoroso. Già all’epoca, quando era solo un allievo come gli altri, aveva collezionato dei numeri incredibili che mai nella storia del programma si erano visti in così poco tempo.

Sangiovanni, brutto malore prima di un concerto

Alla fine Sangiovanni ha vinto la categoria canto della sua edizione e ha vinto anche l’amore: infatti, all’interno della trasmissione, ha conosciuto Giulia Stabile. La ballerina che si ritrovò a sollevare il trofeo della vittoria del programma.

Sangiovanni malore prima di un concerto
Sangiovanni (instagram) yeslife.it

Da allora è cominciato sicuramente il periodo più felice della sua vita: ha realizzato il suo sogno di diventare un cantante, ha iniziato la sua carriera a grandi vele e l’amore va sempre meglio, contro ogni aspettativa e nonostante la loro giovane età.

Sangiovanni, le scuse ai fans sui social

Sangiovanni, dietro i sorrisi e i bei momenti, ha nascosto qualcosa che ha rivelato soltanto in questi giorni. Infatti, per un intero anno e mezzo, ha sofferto di dolori addominali ma per via del suo lavoro non si è mai preoccupato di capire cosa gli stesse succedendo.

Poi due sere fa, prima di un concerto, sono tornati questi dolori così tanto lancinanti che Sangiovanni non è riuscito a salire sul palco.

“Mi dispiace per chi ha comprato il biglietto, chi ha fatto spostamenti vari, il concerto è rimandato a questa sera ma se non potete venire sarete rimborsati”

Sangiovanni si è scusato ripetutamente in un videoclip pubblicato sul suo profilo Instagram, e i suoi fans lo hanno decisamente perdonato. E non solo: lo hanno anche invitato a riposarsi e a preoccuparsi della sua salute, dopo un anno e mezzo in cui si è ritrovato a sottovalutare il suo problema.