Coronavirus | parla il medico di Codogno | “Ho un messaggio positivo per tutti”

Non si smette di lottare in tutta Italia contro il Coronavirus. Da Codogno, epicentro dell’epidemia nel nostro Paese, parla un medico in prima linea.

coronavirus codogno
Da Codogno arrivano le parole molto significative di un medico del posto FOTO yeslife

Andrea Lozzi, medico di base che presta servizio a Codogno, la località in provincia di Lodi ritenuta il punto di inizio della diffusione del Coronavirus in Italia, rilascia parole molto significative in merito all’emergenza attualmente in corso e che ha finito con il coinvolgere il Paese intero. “Servono 15 giorni di lotta intensa, ma possiamo farcela a venirne fuori”. Il dottor Luzzi spiega anche: “Sapere se si è o meno positivi al virus Covid-19 non è così importante. Lo è molto di più conoscere se invece c’è una polmonite in atto. A Codogno oggi, mercoledì 11 marzo 2020, non c’è nessuna nuova diagnosi di sospetta polmonite riconducibile al Coronavirus”.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | dal Niguarda “Attenti a questa fake news”

LEGGI ANCHE –> Coronavirus news | la Corea sta riuscendo a ridurre i contagi

Coronavirus Italia, il messaggio di speranza dal medico di Codogno

E questa è una buona notizia, la prima dopo quasi tre settimane di isolamento totale nel comune lombardo. Lì ed in altri comuni della zona rossa iniziale sono stati tanti i sacrifici compiuti dalla popolazione locale e dal personale medico e sanitario delle strutture presenti sul territorio. Le iniziative intraprese dalle autorità locali e regionali sembra stiano ora dando i loro frutti. Provvedimenti spesso molto rigidi ma necessari per il bene comune e per impedire l’ulteriore proliferare del Coronavirus. Intanto si muove anche l’Oms, che per bocca del suo direttore generale, Tedros Adhanom Ghebreyesu, fa sapere: “Abbiamo valutato che il Covid-19 può essere definito come una pandemia”. Ormai è emergenza in tutto il mondo. I prossimi mesi metteranno alla prova non solo le nazioni più colpite, come Cina ed Italia, ma anche altri stati del globo.

LEGGI ANCHE –> L’Oms: “Le mascherine chirurgiche non servono ai sani, il motivo”

LEGGI ANCHE –> Calcio e Coronavirus, UFFICIALE: Europa League, la Roma non parte