Coronavirus, “Papà ti amo tantissimo, ma proprio tanto”

Coronavirus, Michela Natali, figlia del medico di Codogno racconta l’esperienza del padre morto a 57 anni per il Covid-19

Coronavirus Italia
medici in ospedale (Foto dal web)

Si è spento a 57 anni, a causa del maledetto virus, Marcello Natali, medico di Codogno dopo aver salvato molte vite dal nemico. La figlia Michela cerca di ricordarlo senza rabbia perché sa che suo padre ha svolto il suo lavoro fino alla fine conoscendo bene il rischio a cui andava incontro. “So che faceva la cosa giusta, era così voleva sempre aiutare gli altri – le parole emozionanti della donna – sono orgogliosa, perché ha avuto il coraggio di farlo fino all’ultimo“. Anche Paola Pedrini, segretario Fimmg Lomabardia, commenta la scomparsa del suo collega: ” Oggi dobbiamo dire addio ad un altro collega, punto di riferimento non solo per i suoi pazienti, ma anche per tutti i medici di famiglia di Lodi – continua – un collega sempre disponibile, sempre attento verso i giovani e al ricambio generazionale nella medicina generale“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Covid-19, il papà muore ma la figlia ringrazia: “Ce l’avete messa tutta”

Coronavirus, la morte del medico di Codogno

Coronavirus
Coronavirus Italia (Getty Images)

Marcello Natali è morto mercoledì, dopo essere stato contagiato dal virus che probabilmente aveva contratto durante le visite. Era medico di famiglia a Codogno ma era nato e cresciuto a San Giorgio. Anche il padre era un medico, uno tra gli storici del paese. Marcello non aveva patologie pregresse: è stato prima ricoverato a Cremona, poi, con l’aggravarsi del quadro clinico era stato trasferito a Milano. “Il mio ricordo di Marcello? – parla il sindaco del paese che ha visto diventare grande il dottore – Era un giovane socievole e sorridente, un medico appassionato e attento ai suoi pazienti, proprio come suo padre Mario e gli altri due medici di base che vengono ricordati come le figure chiave del paese”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Covid-19, “paziente 1” può tornare a casa: Mattia ha quasi vinto la battaglia

Coronavirus
Coronavirus(Getty Images)