Coronavirus, aumentano i casi. Sono 44 i medici morti

Coronavirus, tutti i governi tentano di bloccare la diffusione dell’epidemia. Sale a oltre 530mila il bilancio dei casi. Aumentano i medici deceduti

Coronavirus Covid-19 Lombardia
Coronavirus (getty images)

L’emergenza del Covid-19 ha messo in ginocchio non solo la Cina e L’Italia, ma anche i governi di tutti i Paesi in cui è scoppiata l’epidemia. Ognuno sta tentando di bloccare l’avanzata del virus ma la situazione è veramente catastrofica. In Spagna i morti superano i cinquemila e Madrid decide di prolungare la stretta fino al 12 aprile. Secondo le statistiche morirebbe una persona ogni 16 minuti. In Italia si autorizzano i farmaci antimalarici e anti-Aids a totale carico del Servizio Sanitario. Continuano a morire i medici, il bilancio sale a 44.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Coronavirus, come morire ai tempi della pandemia

Coronavirus, la situazione nel mondo

Covid-19 morti Lombardia inquinamento aria
Coronavirus (Getty Images)

Il mondo intero sta combattendo la pandemia. Ma in alcuni casi la situazione è veramente allarmante. In Spagna il numero dei morti sale a 4858, nelle ultime 24 ore sono 769 le vittime indicate. La Francia parla di “un’ondata epidemica estremamente elevata”. In Italia secondo le informazioni provenienti dall’istituto Spallanzani di Roma, attualmente i pazienti Covid-19 positivi sono in totale 202. Di questi, 25 pazienti hanno bisogno di supporto respiratorio. Nella giornata di oggi si prevedono ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici. Quelli dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 136. Il trend del numero di ricoveri è in diminuzione e contemporaneamente si rafforza il numero di pazienti dimessi o trasferiti in strutture a bassa complessità assistenziale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Covid-19, sospetti riguardo alla Fiera del gelato a Rimini

Covid-19 Oms segnali incoraggianti Europa Italia
Ambulanza (Getty Images)

Intanto ad Whuan il contagio sembra attualmente bloccato. Questa è la valutazione fatta in conferenza stampa da Liu Dongru, vicedirettore del comitato sanitario dell’Hubei, la provincia epicentro dell’infezione. Il livello di gravità è passato da alto a medio.