Genova, un 24enne muore in casa dopo giorni con febbre alta: il medico aveva chiesto il tampone

Genova, un ragazzo di 24 anni è morto a casa dopo diversi giorni con febbre alta: il medico di base aveva chiesto un tampone. 

Edoardo Valli morto ginecologo virus
Ambulanza (Getty Images)

Notizia da brividi da Genova: un ragazzo di appena 24 anni è morto in casa questa mattina. Il ragazzo, che soffriva del morbo di Crohn (un’infiammazione cronica intestinale), stava manifestando i sintomi del covid-19 e aveva la febbre alta da più di quattro giorni. Il medico curante, nei giorni scorsi, aveva richiesto che il ragazzo venisse sottoposto al tampone per il coronavirus, che verrà ora eseguito sulla salma. L’indagine sulla morte dovrà fare chiarezza in merito ad un evento alquanto tragico. L’Asl3 ha pubblicato un comunicato per difendersi dalle accuse. “Con riferimento al tragico evento relativo al ragazzo di 24 anni deceduto questa mattina a Genova e per il quale dalle prime notizie è emerso che sarebbe stato chiesto il tampone orofaringeo, Asl3 Genova specifica quanto segue nel rispetto della persona e sottolineando al vicinanza alla famiglia colpita dal grave lutto”. L’azienda sanitaria ha scritto che dopo aver effettuato alcune verifiche non ha trovato alcuna richiesta di effettuazione del tampone.

LEGGI ANCHE –> I test sull’uomo del vaccino stanno per partire 

Covid-19, la situazione in Liguria

Edoardo Valli morto ginecologo virus
Ambulanza (Getty Images)

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha aggiornato la situazione in conferenza Stampa. “La tendenza al calo degli ospedalizzati in Liguria continua, scendiamo a 874, 78 in meno di ieri. Calano a 91 le terapie intensive, meno della metà rispetto alla spinta massima della malattia”. I casi riscontrati nella regione sono 4.856 mentre i decessi registrati ammontano a 1.045.

LEGGI ANCHE–> La mappa regione per regione dell’epidemia: il bilancio aggiornato al 23 aprile 

Ambulanza
Ambulanza (Getty Images)

Il governatore Toti ha richiesto al Governo regole autonome per la ripartenza e per gestire al meglio la fase 2 dell’emergenza.