Giallo seconde case, il divieto è sparito dal decreto: le parole della ministra

Giallo seconde case, sparito il divieto dal decreto. La ministra dei trasporti, tuttavia, ha cercato di chiarire questo punto. 

Bonus casa: super guida agli sconti
Casa moderna (foto Pixabay)

L’Italia sta affrontando la minaccia coronavirus e il governo sta cercando di adottare misure stringenti per ridurre il contagio. Dopo una lunghissima fase di lockdown, iniziata il 10 marzo, il premier Conte ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni e ha deciso di adottare un nuovo testo che entrerà in vigore il 4 maggio. Il testo, tuttavia, presenta diversi problemi di natura interpretativa. Molti punti chiave, infatti, risultano difficili da comprendere e difficili da interpretare. Non è un caso che la parola più cercata sul web di oggi sia stata “congiunti”: il governo ha deciso che dal 4 maggio sarà possibile spostarsi per fare visita ai congiunti. Al momento non è ancora chiaro quali sono tutte le categorie che rientrano in questa parola. Altro punto cruciale difficile da capire è quello legato alle seconde case: non si capisce se sia possibile spostarsi per recarsi verso le proprietà usate per alloggi temporanei.

LEGGI ANCHE –> Fase 2, palazzo Chigi chiarisce: i congiunti sono anche i fidanzati 

Giallo seconde case, le parole della ministra

Nel precedente decreto c’era scritto chiaramente che non si poteva spostarsi in abitazioni diverse da quella principale comprese le seconde case utilizzate per le vacanze. Nel nuovo decreto del 26 aprile, non c’è traccia di questo divieto. Con molta probabilità non si potranno raggiungere le seconde case perché per spostarsi bisogna avere comprovate esigente lavorative, necessità o motivi di salute (si aggiunge a queste categorie la tanto chiacchierata visita ai congiunti). La ministra dei Trasporti Paola De Micheli è intervenuta a La vita in diretta e ha spiegato chiaramente che non è possibile raggiungere le seconde case. La ministra ha anche svelato che c’è qualche presidente di Regione che lo sta ipotizzando.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Autocertificazione| Nella fase 2 introdotto un nuovo modello

Il governatore del Veneto Zaia, ad esempio, ha ha dato l’ok per gli spostamenti verso le seconde case o verso le imbarcazioni da manutenere o riparare.