La Plasmaterapia arriva anche al Cotugno di Napoli

Svolta determinante nella lotta al Covid-19: la plasma terapia sembra dare i frutti sperati. Sperimentata anche al Cotugno di Napoli

terapia plasma
Ospedale Cotugno (foto dal web)

La svolta nella lotta al coronavirus ha un nuovo alleato al fronte. La nuova strategia terapeutica adottata in questi giorni dall’ospedale San Matteo di Pavia, di Mantova e altri nosocomi del nord Italia sembra dare risultati strabilianti. Si tratta della Plasmaterapia, una soluzione efficace già consigliata a Marzo dal primario del Cotugno di Napoli, Giulio Tarro, ai tempi del principio di affermazione del coronavirus in Italia.

La Plasmaterapia consiste in un utilizzo sperimentale del siero sui pazienti guariti dal Covid-19 grazie allo sviluppo di anticorpi. Il prelievo campionario di questi anticorpi potrebbe diventare la panacea del male sui malati più gravi.

La considerevole richiesta della terapia nelle aree settentrionali del Paese ha portato quasi sempre beneficio a livello sanitario. Infatti la stessa è stata applicata su 11 pazienti malati, che in breve tempo hanno dato un’ottima risposta al proprio sistema immunitario scongiurando la terapia intensiva.

La cura potrebbe essere un alleato molto importante nonostante la riapertura parziale sviluppatasi nella cosiddetta fase 2. La risposta immunitaria sui pazienti del nord è in via di replicazione anche al Sud dove la terapia è stata suggerita. Nonostante ciò non si è riuscito a comprendere come l’applicazione della cura abbia subìto un processo temporale interminabile prima di essere seprimentato al Sud.

La forte richiesta degli infettivologi dei maggiori nosocomi meridionali, impegnati nella lotta al covid-19 però deve ancora ottenere il parere del Comitato etico di sicurezza.

LEGGI ANCHE —–> Plasmaterapia tenuta nascosta, la nuova teoria sui social: l’esperto fa chiarezza

L’efficacia del Tocilizumab attesa in settimana

terapia plasma
Coronavirus, farmaci (Getty Images)

Nella spasmodica attesa di concepire altri positivi risultati nella ricerca, sono in dirittura di arrivo quelli legati alla sperimentazione del Tocilizumab. Il farmaco anti-artrite è stato oggetto positivo di salvaguardia su 20 pazienti cinesi. in Italia i pazienti che avevano presentato i caratteri di un’elevata infiammazione da coronavirus e forti crisi respiratorie sono ancora al vaglio dei risultati dopo due settimane dalla somministrazione endovenosa.

LEGGI ANCHE —–> Ascierto: “Adesso il Tocilizumab è usato in tutta Italia e funziona”

terapia plasma
Il Professor Ascierto (foto dal web)

I primi risultati si dovrebbero dovrebbero essere resi noti in questi giorni a Napoli come testimoniato dal Dottor Ascierto, l’oncologo del nosocomio “Pascale”.