Il virus sta mutando ma al Sud ha un’aggressività minore

Il medico legale di Salerno Pasquale Mario Bacco ha dichiarato: “Questo virus non solo cambia ma grazie a quest’evoluzione sta acquistando una capacità di diffondersi in modalità diverse: il vaccino non sarà quindi il rimedio per tutti i mali”.

RISCHIO tubercolosi
ospedale ( getty images)

Il dottor Pasquale Mario Bacco, salernitano, è il medico legale che, con 13 colleghi, per la società itoalo-americana Meleam, ha firmato un’indagine che ha ricevuto i complimenti poco fa dal professor Giulio Tarro. “Il virus – dichiara il medico legale -, negli ultimi tempi, è meno aggressivo con il caldo estivo e meno pericoloso lì dove scarseggiano polveri sottili. Con l’arrivo dell’autunno dovremo spendere tutta l’esperienza maturata con fatica in Italia: sulle terapie in ospedale, e sulla profilassi in casa. I test sono partiti a febbraio. Credo si sia sottovalutata, da parte dei nostri comitati centrali, l’incredibile incidenza di polmoniti di ottobre, in quasi tutto il nord Italia. Queste polmoniti furono definite atipiche dagli stessi medici e a volte ricondotte, erroneamente, a infezioni da legionella”.

LEGGI ANCHE -> Mostra autocertificazione, ma viene arrestato

La famiglia del virus è influenzata dal clima

“Tutta la ‘famiglia’ dei coronavirus – prosegue Bacco – è molto influenzata dal clima e dall’umidità. In laboratorio, alzando di soli due gradi la temperatura della coltura abbiamo visto la morte del 52% dei ceppi e la loro conseguente minore mobilità. Il Covid-19 che si è manifestato al nord è completamente diverso dalla forma che ha agito al Sud. La sua patogenicità crolla con le temperature invece a esso ideali. Il virus che circola in questo momento al Sud ha una capacità aggressiva minore”.

LEGGI ANCHE -> Addio all’attore Michel Piccoli, aveva 94 anni

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter 

fase 2

“Con le distanze, con poche ma sicure tutele – conclude Pasquale Mario Bacco -, fino a settembre potremmo riprendere la nostra vita”.