La pasta come simbolo nel mondo: l’importanza del grano italiano

Il consumo di pasta si è internazionallizzato allargando gli orizzonti. Ma sostenere il prodotto di proprietà italiana è di primaria importanza

Pasta grano
Pasta (Getty Images)

Il consumo di pasta ha allargato i confini nel mondo. Il sapore speciale che riserva il prodotto di marca italiana ha fatto sì che in altre parti del mondo venisse riservata un’attenzione particolare.

Oggi capita spesso nei supermercati di trovarsi ad acquistare inconsapevolmente un bene primario di origine italiana come la pasta, ma di grano straniero. Lo scoppio della Pandemia ha fatto riflettere su questo dato e ha avvicinato la popolazione alla scelta della pasta italiana con grano italiano. Dunque sostenere le nostre aziende è importante anche per incentivare la produzione di frumento in Italia e dare importanza ai nostri marchi.

Al giorno d’oggi è sceso notevolmente il tasso di produzione di grano estero utilizzato per la composizione della pasta.

L’importanza della scelta del grano italiano è una garanzia in termini di integrità e di sicurezza del materiale pregiato. Diamo a Cesare quel che è di Cesare recitava un motto. Mai termine fu più azzeccato contro le colpevolezze straniere di immettere glifosato, pesticidi e materiale nocivo all’interno della pasta.

Microrganismi e sostanze chimiche parassitarie il più delle volte vengono scoperti nelle confezioni delle Aziende più privilegiate nel mercato del prodotto.

LEGGI ANCHE —–> Pasta fresca tolta dal mercato: la nota del Ministero della Salute

Le Aziende che sposano la produzione del grano estero per la pasta: i motivi

Pasta grano
Pasta (Getty Images)

Alcuni degli esempi di marchi listati negativamente dagli organi di controllo alimentare sono le Aziende De Cecco, Divella e Garofano. La stessa Barilla è impegnata a sciogliersi da questi ostacoli che minano la sua immagine. Tuttavia la Direzione ha fatto sapere che l’Azienda con sede a Parma, ma di fama tedesca, ben presto diventerà completamente italiana.

La giustifica dell’utilizzo del grano nostrano è un motivo di origine economica. Il mercato di produzione italiano non soddisfa i termini di richiesta di quello globale nonostante il Paese sia la madre della pasta.

LEGGI ANCHE —–> Acqua della pasta, i motivi per non buttarla

Pasta grano
pasta (Getty Images)

Altro motivo è sicuramente il prezzo lievitato del prodotto più richiesto e consumato sulle nostre tavole rispetto ai riscontri ottenuti nei supermercati e nelle grandi filiere alimentari di origine straniera.