Aereo precipita nel Tevere: pilota telefona famiglia prima dell’impatto

Un aereo Diamond Da 20 è precipitato nelle acque del fiume Tevere a Roma: il pilota soccorso ha lanciato un messaggio d’aiuto e poi ha provato a mettersi in contatto con la propria famiglia.

Vigili del fuoco
(Getty Images)

Un aereo Diamond Da 20 si è inabissato nelle acque del Tevere. Prima che il velivolo precipitasse, il pilota ha lanciato un SOS ed ha chiamato i suoi familiari per spigargli del problema avuto al motore e del fatto che a bordo ci fosse un passeggero. Il pilota è stato tratto in salvo ed ora si trova ricoverato in ospedale. Ancora, invece, si cerca l’altra persona presente sull’aereo di cui fino ad ora non è stata trovata traccia.

Leggi anche —> Schianto in moto: giovane ragazza muore sotto gli occhi del fratello

Aereo precipita nel Tevere: pilota lancia SOS e telefona famiglia prima dell’impatto

Eliambulanza
Eliambulanza (foto dal web)

Un aereo si è inabissato nel Tevere nei pressi della Via Flaminia Nuova, dopo essere decollato dall’aeroporto Roma Urbe. A bordo del velivolo, scomparso dalle intercettazioni radar dell’Enav che ne ha segnalato la sparizione, viaggiavano il pilota ed un altro passeggero. Il primo accortosi del problema al motore, riporta la redazione de Il Messaggero, avrebbe immediatamente lanciato un messaggio d’aiuto e si sarebbe messo in contatto con la propria famiglia per spiegare quanto stava accadendo. L’elisoccorso, dopo l’inabissamento del mezzo è riuscito a scorgere e salvare il pilota, purtroppo però ancora non vi sono notizie del passeggero.

Stando a quanto riferisce la redazione de Il Messaggero, si trattava del velivolo di una scuola di volo: il pilota è infatti un istruttore e l’altro passeggero, di cui non si rinviene traccia, un allievo. Si teme per la sorte di quest’ultimo che potrebbe essere rimasto incastrato nel mezzo.

Tevere
Tevere (Getty Images)

Leggi anche –> Donna precipita in mare con l’auto: dramma in pieno giorno

L’istruttore racconta sempre secondo la fonte poc’anzi citata di aver camminato tra il fango ed il fuoco prima di essere tratto in salvo dall’elisoccorso. Sul posto oltre ai soccorsi, i carabinieri, la polizia e le squadre dei Vigili del Fuoco.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.