Gestione dei positivi e presenze allo stadio: Così la Serie A tornerà a giocare

Figc e Lega Serie A hanno consegnato al ministro Spadafora il protocollo delle nuove norme per la ripresa del campionato.

Ripresa campionato Bundesliga Merkel annuncio
(Getty Images)

La Figc e la Lega di Serie A inseriscono nel protocollo un criterio di flessibilità: le procedure da adottare nel caso in cui un giocatore o un membro del club dovesse essere positivo saranno decise in base all’evoluzione del contagio. Ovvero, se al momento della “positività” il quadro sanitario in Italia sarà preoccupante, saranno adottate misure più drastiche. Se invece l’andamento dei contagi in Italia sarà sotto controllo, è facile immaginare l’adozione di un modello “alla tedesca” con la sola persona positiva che sarà messa in quarantena e il gruppo verificato con tamponi. Il protocollo che Lega e Figc hanno inviato al Comitato tecnico scientifico del governo prevede: “Quanto agli aspetti più strettamente medici (prosecuzione dei controlli cui sottoporre il “Gruppo squadra” nel periodo di ripresa delle competizioni e procedure da adottare in caso di nuove positività) il documento richiama quanto attualmente già previsto dal ‘protocollo allenamenti’ rinviando ad ogni auspicabile aggiornamento che potrà intervenire da oggi alla data che verrà fissata per la ripresa delle attività agonistiche, in relazione all’evoluzione epidemiologica e delle acquisizioni scientifiche, ad esempio in materia di tipologia e periodicità dei test diagnostici a disposizione”.

LEGGI ANCHE -> Arbitri, l’accusa dell’ex: Omertà diffusa, non c’è trasparenza

Serie A: il numero massimo di persone ammesse allo stadio sarà di 300

Ripresa campionato Bundesliga Merkel annuncio
(Getty Images)

Il numero massimo di persone ammesse allo stadio nel giorno degli incontri sarà di 300. A tutti sarà misurata la temperatura e tutti dovranno firmare un’autocertificazione in cui dichiarano di non avere avuto di recente i sintomi del virus. Fuori dal campo sarà obbligatorio indossare le mascherine. Le trasferte in pullman saranno organizzate con due mezzi per ogni squadra per il distanziamento. Le interviste post-partita saranno fatte solo tramite video e auricolari monouso. Saranno vietate le strette di mano.

LEGGI ANCHE -> Il virologo: Da luglio possibile una piccola parte di spettatori negli stadi

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

foto dal web

Sarà garantita l’uscita dagli spogliatoi in momenti differenti per le due compagini. Saranno vietate anche le foto di squadra per la vicinanza dei calciatori fra di loro.