Il bonus non basta: le vacanze quest’anno saranno più care anche del 20%

Quest’anno le vacanze, per chi le farà, saranno più care anche del 20% per alloggio e affitto di ombrellone e sdraio ad esempio. Lo ipotizza il Codacons ma era intuibile dato che il distanziamento sociale impone misure costose e riduzione dei numeri.

Il bonus non basta: le vacanze quest'anno saranno più care anche del 20%
Sicilia (foto Pixabay)

Gli aumenti stimati dal Codacons potrebbero ammontare al 18%-20%.
Si tratta di una percentuale che si va a sommare agli aumenti per tanti servizi di cui si usufruisce nella stagione estiva, soprattutto nelle località balneari ma non solo: ombrelloni, sdraio, lettini ma anche parcheggi e cibarie.

Lo scenario non cambia considerando l’incidenza del famoso bonus vacanze, cioè l’aiuto che ammonta a 500 euro per le famiglie composte da 3 o più soggetti e a 300 per quelle di due persone o 150 per i single.

Leggi anche —> Vacanze 2020 e coronavirus, come sarà l’estate degli italiani

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Il bonus vacanze non basta: le vacanze 2020 saranno troppo care e molti vi rinunceranno

Il bonus non basta: le vacanze quest'anno saranno più care anche del 20%
Spiaggia (foto Pixabay)

Non solo. Nel frattempo i consumatori stanno facendo i conti con la “tassa Covid“, generalizzata a tutti i servizi. Pertanto, a un rincaro della vita quotidiana sarebbe aggiunto un salasso per sostenere i costi di una vacanza che ha parecchi limiti dati dalle regole governative.

A causa anche di queste norme stringenti molti italiani rinunceranno alle vacanze 2020.

Addirittura sarà la metà degli italiani a rinunciare in base a un’indagine di mUp Research e Norstat per Facile.it riportata anche da Federturismo.

Nel 28,7% la decisione ha a che fare con la paura di essere contagiati dal Covid-19. Ma il 43,7% dei casi lo fa per ragioni economiche.

Il bonus non basta: le vacanze quest'anno saranno più care anche del 20%
Camera d’albergo (foto Pixabay)

Leggi anche —> L’estate 2020 senza respirazione bocca a bocca dei bagnini

Infine, il 42,3% degli intervistati non ha intenzione di fare le vacanze sottostando alle regole stringenti imposte dadei vacanzieri quest’anno si recherà in una seconda casa di proprietà, il 22,1% prenderà una casa in affitto e il 27,4% andrà in albergo.