Due medici guariti risultano nuovamente positivi: scattano misure di sicurezza in ospedale

Due medici dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono risultati nuovamente positivi al coronavirus dopo aver ricevuto la certificazione di guarigione nelle scorse settimane.

Ospedale Cardarelli di Napoli
L’ospedale Cardarelli di Napoli (Getty Images)

Dopo essere guariti con tanto di certificato di doppio tampone negativo, due medici dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono risultati nuovamente positivi al coronavirus. La positività è emersa nel corso dei tamponi a tappeto che sono stati effettuati su gli oltre 3mila operatori sanitari dell’azienda ospedaliera. Dopo l’esito dei test, per i due dottori, uno del reparto di Urologia e l’altro del Trauma center, è stata disposta nuovamente la misura della quarantena e per i due reparti è scattata la sanificazione. Nessuno dei pazienti ricoverati nei reparti in questione è risultato positivo al tampone per il Covid-19.

Leggi anche —> Dichiarata guarita, risulta nuovamente positiva al Covid-19: ragazza muore a soli 24 anni

Napoli, due medici del Cardarelli nuovamente positivi al Covid-19 dopo essere guariti: scatta la quarantena

Coronavirus
(Getty Images)

Due medici dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono risultati positivi al Covid-19 una seconda volta dopo essere guariti e tornati a lavoro. Come riporta la redazione de Il Mattino, i due camici bianchi, uno del reparto di Urologia e l’altro del Trauma center, nelle scorse settimane erano stati infettati, ma erano guariti e rientrati in servizio con tanto di certificato di doppio tampone negativo. Nel corso dei test a tappeto sui 3.300 operatori della struttura, però, è emersa la nuova positività. Per tali ragioni, l’azienda ospedaliera ha disposto una nuova quarantena per i dottori, entrambi asintomatici, e la sanificazione dei due reparti, dove nessun paziente è risultato positivo. Durante lo screening, riferisce Il Mattino, sono otto i dipendenti risultati positivi al coronavirus, che portano a circa 40 il bilancio dei medici del Cardarelli infettati dall’inizio dell’emergenza.

In merito, il manager Giuseppe Longo ha spiegato che in questi determinati casi vengono congelati i nuovi accessi e si procede con l’isolamento ed il trasferimento dei pazienti ricoverati. Inoltre, spiega, come riporta Il Mattino, si effettua un tampone su tutti e si sanificano le corsie per poi riaprire in sicurezza. L’accaduto presso il nosocomio del campano alimenta, dunque, i dubbi sulla fisiopatologia del Coronavirus che nel 2/3 per cento dei casi fa registrare delle positivizzazioni dopo la guarigione. Non è chiaro se il nuovo esito possa essere attribuito allo stesso primo virus o ad una nuova infezione.

Leggi anche —> Covid-19, indice Rt in Lombardia sale a 0,91 ma è inferiore a 1 in tutta Italia


Nella regione campana, stando agli ultimi dati diffusi nel pomeriggio di ieri, sono oltre 4.800 le persone risultate positive al virus, 426 i decessi e più di 3.600 i guariti dall’inizio dell’emergenza.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.