Taglio del cuneo fiscale. Quanto si troveranno gli italiani in busta paga

Taglio del cuneo fiscale scatta da domani 1° luglio. 16 milioni di italiani si troveranno un aumento in busta paga viste le misure del 2020 e il precedente bonus Renzi

Taglio del cuneo fiscale
Euro – Unsplash

Sono circa 16 milioni gli italiani che si troveranno un aumento in busta paga. Da domani infatti scatta il taglio del cuneo fiscale previsto già per il 2020 in aggiunta al successivo decreto legge pre-Coronavirus e al precedente bonus Renzi.

L’aumento sarà variabile in base a determinate condizioni, in media per la maggior parte ammonterà a circa 100 euro. Questo tipo di manovra era stata programmata prima della pandemia da Coronavirus e prevista appunto per il secondo semestre dell’anno in corso. E’ stata fortemente voluta non solo dal premier Conte ma promossa dai ministri Gualtieri e Di Maio. Quest’ultimo ha dichiarato: “Non sarà certamente una grossa rivoluzione ma è un piccolo passo avanti”. La vice-ministro Laura Castelli sottolinea l’importante traguardo del governo che è riuscito ad abbassare le tasse a circa 16 milioni d’italiani e si proietta a rilanciare le aziende.

Leggi anche >>> NOVITÀ RIGUARDO AL BONUS BABY SITTER, L’ANNUNCIO DELL’INPS

Aumento variabile in base al reddito per 16 milioni d’italiani

bonus acqua
soldi (foto dal web)

L’aumento non sarà uguale per tutti ma varierà in base al reddito. Coloro i quali guadagnano tra 8.174 e 26.600 euro percepiranno 80 euro in più che si aggiungono ai 20 euro del bonus Renzi, arrivando così a 100 euro tondi (si calcola almeno 11,7 lavoratori).

4,3 milioni di lavoratori che non percepivano il bonus Renzi e che hanno un reddito tra 26.600 e  28.000 percepiranno anch’essi 100 euro.

Coloro i quali guadagnano tra 28.000 euro e fino a 40.000 godranno fino a dicembre di una detrazione fiscale variabile in base ai soldi percepiti. Si parla di 480 euro di vantaggio annuo decrescendo fino a zero.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Roberto Gualtieri (@gualtierieurope) in data:

Per fare degli esempi, gli insegnanti che hanno un reddito medio di 26.000 euro l’anno avranno un guadagno di 73 euro in più. Gli impiegati della manifattura privata vedranno in busta paga un aumento di 92 euro.

Leggi anche >>> L’epidemiologo Lopalco: “Non possiamo far finta che la pandemia sia finita”