Coronavirus fuori controllo negli Usa, Ricciardi: “Dovremmo chiudere i voli”

La situazione negli Stati Uniti è sempre più complicata in merito alla gestione del contagio da coronavirus. I dati sono notevoli. Sono 3.262 i nuovi contagi secondo i dati elaborati dalla Johns Hopkins University. Ci sono stati 850 nuovi decessi in un solo giorno, il che porta il totale a 136.432 morti dall’inizio della pandemia. Il numero totale di contagi accertati da nuovo coronavirus è di 3.42 milioni. Numeri impressionanti che danno l’idea del fatto che gli Usa sono ben lontani dalla risoluzione e che la convivenza con il virus sta diventando molto difficile.

Leggi anche > Covid, previsto autunno critico

Usa, coronavirus fuori controllo

Donald Trump epidemia Coronavirus
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (Getty Images)

La Florida ora è lo Stato più colpito. In un solo giorno ben 132 morti da coronavirus. Il suo governatore, il repubblicano Ron De Santis, molto vicino al presidente Donald Trump, viene criticato per non aver voluto imporre le misure consone per il contenimento del contagio. “Vi sono forti pressioni per chiudere”, ha poi affermato il sindaco di Miami, Francis Suarez, durante un incontro con il suo governatore. “Se le cose non miglioreranno in tempi brevi”, ha aggiunto il sindaco, la città dovrà ricorrere a qualche forma di lockdown. Intanto dall’Italia, Walter Ricciardi non le manda a dire e in maniera risoluta afferma: Dovremmo chiudere i voli con alcuni Stati degli Usa”.

Leggi anche > Covid, contagio inaspettato

Trump idrossiclorichina
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (Getty Images)

E’ la soluzione auspicata da tanti in Italia. La gestione della pandemia qui è stata diversa rispetto alle scelte degli americani. E’ naturale che oggi le situazioni siano diverse e che l’Italia si difenda da nuovi eventuali focolai. Del resto, gli ultimi focolai sono nati da spostamenti provenienti dall’estero.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Impostazioni privacy