“Il serpentone” curva ancora fatale, vola con l’auto nel vuoto

Terribile incidente a Napoli, nella panoramica Posillipo. Verso le ore 11 un’auto con un trentenne alla guida è volata nella famosa curva del Serpentone. Miracolosamente vivo, l’uomo è stato portato in ospedale dove resta in prognosi riservata. Una curva nota non solo per lo splendido panorama e dove spesso si fermano i turisti ad ammirarlo. Il luogo è noto, purtroppo, alle cronache anche per gli incidenti. Su quella curva si può arrivare in velocità perchè si arriva da una lunga discesa in rettilineo, lungo la parte alta di via Petrarca a Posillipo. Stavolta è stata la Golf bianca guidata da un trentenne che è fortunatamente uscito vivo dalle lamiere dopo che l’auto si è schiacciata sul tetto.

Leggi anche > Avezzano, muore davanti all’amico

Incidente al serpentone

Polizia Locale
Polizia Locale (foto dal web)

Nel 2011 la curva del Serpentone, il 15 maggio, morirono tre ragazzi a bordo di una Mini che alle 5 del mattino volo allo stesso punto, sfondando la ringhiera in ferro. Non ci fu nulla da fare per i tre che precipitarono da un’altezza di cinquanta metri. L?alta velocità fu fatale. Stavolta gli investigatori non sono certi che l’uomo stesse correndo. Non si esclude anche l’ipotesi del tentato suicidio. Il comandante della Polizia locale di Napoli Esposito si è precipitato sul posto.

Leggi anche > Muore in vacanza una donna molto amata

Polizia positivo al coronavirus
Polizia (Getty Images)

Ha dichiarato ai microfoni della Rai di Napoli che gli uomini della polizia locale stanno analizzando la dinamica per capire come sono realmente andate le cose. Intanto i cittadini chiedono a gran voce dei dissuasori prima di quella maledetta curva che ha già fatto versare tante lacrime.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter