Pannelli solari per depurare l’acqua: una soluzione alla crisi idrica

Un gruppo di ricerca dell’Università di Rochester avrebbe scoperto come rendere potabile l’acqua attraverso dei pannelli solari.

Pannello solare acqua
Il pannello solare per purificare l’acqua (army.mil)

Una scoperta che potrebbe alleviare una delle piaghe che maggiormente flagella i Paesi in via di sviluppo: la mancanza di acqua. L’Università di Rochester, in America, avrebbe infatti trovato il modo di rendere potabile il prezioso ed inestimabile elemento attraverso dei pannelli solari.

Gli apparecchi riuscirebbero, infatti, a depurare l’acqua attingendo da fonti pregne di materiali nocivi o pregni di agenti patogeni.

Leggi anche —> Mar Mediterraneo, cinque specie sarebbero a rischio di estinzione – FOTO

Depurare l’acqua con i pannelli solari: l’invenzione dell’Università di Rochester

Pannello solare acqua
Il pannello solare per purificare l’acqua (army.mil)

Un terzo della popolazione mondiale non avrebbe nella propria disponibilità acqua potabile. Una piaga che da secoli si abbatte sui Paesi in via di Sviluppo che ha determinato morie di massa, diffusione di malattie e speculazioni di ogni sorta. Oggi lo scenario potrebbe mutare radicalmente grazie ad un’invenzione messa a punto da parte dell’Università di Rochester e finanziata dall’Army Research Office degli Stati Uniti e dalla Bill and Melinda Gates Foundation.

Un team di ricerca dell’ateneo newyorkese avrebbe, infatti, sviluppato dei pannelli solari in grado di rendere potabile l’acqua. Utilizzando questi innovativi apparecchi, che lavorano con una fonte presente in ogni angolo della terra, si potrebbe purificare il prezioso elemento al 100%.

Il professore Chunlei Guo, coordinatore dello studio, avrebbe spiegato il funzionamento. In sostanza, delle frequenze laser immesse da un pannello d’alluminio, attaccherebbero la superficie dell’acqua. Posizionato nello specchio che si vuole purificare, lo si deve rivolgere verso il sole.

La luce di quest’ultimo ha da sempre rappresentato una fonte di salvezza per eliminare gli agenti patogeni, tuttavia non sarebbe stato in grado di incidere eliminazioni di metalli pesanti. Oggi con l’invenzione messa a punto dall’Università di Rochester anche questo scoglio potrebbe essere superato, considerata la sua capacità di annientare anche questi residui e rendere l’acqua completamente potabile.

Vaporizzando l’acqua e poi raccogliendola vengono lasciate a deposito tutte le impurità. Un sistema, peraltro, quello ideato che richiederebbe pochissima manutenzione in quanto per ripulire i meccanismi sarebbe bastevole una semplice pulitura.

Il grande vantaggio di questi pannelli, ha proseguito il professor Guo risiede nel fatto che la loro angolazione può essere sempre regolata, in base al movimento giornaliero del sole.

Leggi anche —> Aumento di metano nell’aria: scoperta nuova causa

Leggi anche —> Sabbia Verde, cos’è e quale sarebbe la sua importantissima funzione

Acqua
(pixabay)

Questi pannelli rappresentano il modo più duraturo e risolutivo per affrontare la crisi idrica globale, questo soprattutto nei Paesi più poveri.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.