Gattuso-Napoli, trovata l’intesa: triennale, quattro acquisti e una condizione

Incontro positivo in casa Napoli tra il presidente e Gennaro Gattuso: triennale per l’allenatore che ha chiesto quattro rinforzi e una condizione

Rino Gattuso
Rino Gattuso (Getty Images)

Sembrava potesse sfumare l’accordo tra Gennaro Gattuso e il Napoli. Un rischio maturato per effetto delle parole del patron di circa una settimana fa circa le distanze sull’accordo. Il tecnico, dal canto suo, ha parlato di bisogno di lavorare con tranquillità quando ha risposto alla stampa in merito al rinnovo. Una tranquillità che scaturisce dalla durata ma non solo. Gattuso ama un rapporto schietto e trasparente e non ammette giochini a distanza e paroline lasciate alla stampa. Preferisce risolvere le cose in maniera diretta. L’allenatore ha chiesto al patron di parlargli direttamente se ha qualcosa da dirgli, senza fare passaggi alla stampa che possono solo destabilizzare andando a creare interpretazioni e congetture che non fanno bene alla squadra.

Leggi anche > Tania Cagnotto si ritira dalle Olimpiadi

Napoli, Gattuso prolunga

osimhen napoli

Per quanto riguarda la durata, l’accordo è per un triennale. Gattuso non chiede cifre, non fa problemi di soldi. Non accetta, tuttavia, clausole penali in caso di interruzione del rapporto. Questo perchè Gattuso sa che gli allenatori dipendono soltanto dai risultati e se le cose dovessero complicarsi è giusto che ci sia la libertà di confrontarsi ed eventualmente salutarsi. Per Gattuso contratto da 1,6 a stagione più bonus fino al 2023. L’allenatore ha chiesto la copertura di quattro ruoli: un esterno sinistro basso, uno destro alto, un centrocampista al posto del partente Allan, un attaccante esterno sx.

Leggi anche > Napoli, su Osimhen c’è chi si gioca tutto

foto dal web

Veretout, Under, Boga sono i nomi già individuati da Cristiano Giuntoli in attesa di capire chi arriverà al posto di Ghoulam sulla corsia sinistra dove c’è soltanto Mario Rui.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

M.P.

Impostazioni privacy