Covid-19, da Marzo è ancora malato: nuova sindrome in arrivo?

E’ incredbile ma vero, un ragazzo di 27 anni, Charlie Russel racconta di avere ancora sintomi atroci dalla contrazione del Covid-19, dallo scorso Marzo

Coronavirus
(Getty Images)

Charlie Russel è uno dei casi di rara sanità, che al giorno d’oggi stanno venendo fuori e fanno più paura di una normale contrazione da Covid-19, che va via presto.

Il 27enne, come annunciato dal The Guardian lamenta a distanza di ben 182 giorni, sintomi ancora debilitanti da Covid-19. Charlie soffre di dolori lancinanti e lungimiranti, per momenti lunghi della giornata. Dolore al torace, all’addome, spossatezza e affaticamento generale.

I was infected with coronavirus in March, six months on I'm still unwell | World news | The Guardian

“Non avrei mai immaginato arrivassi fino a questo punto. Se sapevo che fosse finita così, mi sarei stato attento e avrei usato più precauzioni, in passato”. Una testimonianza agghiacciante del ragazzo di un quartiere londinese, che non è più tornato ad una vita normale, stabile in tutto ciò che faceva.

A Settembre, Charlie ha perso solo la positività del virus. Per il resto è come se abitasse ancora dentro di lui, perchè non può più praticare sport, andare al pub o “sbilanciarsi” con una caraffa di birra. Gli esperti lamentano di una seconda malattia post-Covid: VAI su SUCCESSIVO per vedere di cosa si tratta!

LEGGI ANCHE —–> Covid-19, il mondo ai piedi della pandemia: la previsione dell’OMS sull’Italia

L’allarme del “Me Association”: C’è una possibilità su 200 che si verificano determinati casi”