Raffica di nuove multe in arrivo con il T-Red, automobilisti in protesta

Da Torino a Genova, passano per Padova fino a Roma. Da Nord a Sud Italia fioccano le multe per i nuovo dispositivi T-Red che ci sorvegliano ai semafori delle strade

T-Red (foto dal web)
T-Red (foto dal web)

Il T-Red è un dispositivo utilizzato negli incroci regolati da semaforo per rilevare e multare coloro i quali passano con il rosso. T-Red è solo uno dei nomi utilizzato per tali dispositivi ma ormai l’abitudine ci ha portato a nominare tutti i dispositivi esistenti con questo nome.

LEGGI ANCHE -> Tragedia a Rimini: cade dal secondo piano di un hotel, morto 13enne

Il dispositivo è formato da due telecamere, una per il controllo del colore del semaforo e una a infrarossi per la lettura della targa del veicolo. Una volta che il semaforo è giallo o rosso il T-Red si aziona e scatta circa 60 fotografie al secondo. L’unità centrale poi sceglie, attraverso un software ad hoc, le sei più dettagliate e attinenti e le invia al comando della Polizia Municipale che, dopo aver controllato l’avvenuta violazione, può fare la multa.

L’installazione dei semafori T-Red che multano chi passa col rosso hanno portato a un sensibile aumento delle multe in tutte le città dove sono state installate, e le proteste degli automobilisti non sono fatte attendere.

Croce Verde Villastellone, 33 verbali in 24 ore causa T-Red

T-Red (foto dal web)
T-Red (foto dal web)

La Stampa oggi racconta come “il colpo più duro l’ha ricevuto la Croce Verde di Villastellone (Torino), che in un giorno solo ha ricevuto 33 verbali da 224 euro l’uno perché non ha indicato i dati personali e della patente di guida dei conducenti“.

Il presidente della Croce Verde Marco Mortara mette in chiaro come stanno le cose, mentre è già stato presentato ricorso: “Gli autisti fanno volontariato e rischierebbero di perdere la patente senza motivo. Ora stiamo aspettando gli esiti delle contestazioni, ma i tempi sono lunghi e nel frattempo non possiamo rischiare di rimanere senza autisti“.

LEGGI ANCHE -> Glicemia alta, tre alimenti da consumare con moderazione

Polizia municipale (foto dal web)
Polizia municipale (foto dal web)

Il tema è stato affrontato anche nell’ultima seduta del consiglio comunale a Genova dall’assessore Carmelo Cassibba: “In città sono stati installati molti semafori con telecamera T-Red. Questo ha causato un aumento di multe elevate a causa del passaggio dei veicoli con il semaforo giallo, la cui durata non è equiparata a tutti gli incroci. Chiedo all’amministrazione se sia prevista l’ipotesi di installare dei contasecondi, in modo da migliorare la sicurezza stradale”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.