Cellulari, menù, bancomat: se non vi lavate le mani ecco che cosa può capitare

Occorre considerare che più un oggetto viene toccato con le mani più è probabile che sia sporco, tra questi anche cellulari, maniglie delle porte, tastiere dei bancomat e menù

Lavaggio mani (foto iStock)
Lavaggio mani (foto iStock)

L’emergenza Covid ci ha insegnato a prenderci cura di noi stessi e ad adottare maggiori accortezze legate all’igiene delle superfici e di noi stessi, mani in primis. Le nostre mani sono veicolo di germi, e, per quanto la maggior parte sia innocua, sapere dove si annidano e come lavarli via è un’informazione che può tornare utile.

Quali sono le superfici più sporche in assoluto? Forse uno dei più sporchi è lo smartphone, vero e proprio ricettacolo di germi e batteri che viene appoggiato ovunque e poi con le stesse mani con cui viene utilizzato si mangia oppure peggio ancora ci si tocca il viso, occhi e bocca. Si tratta di un oggetto che andrebbe igienizzato più volte nell’arco della giornata.

LEGGI ANCHE -> Tale e Quale Show, Giorgio Panariello lascia lo studio per protesta

Altra situazione a rischio è il ristorante dove generalmente ci s lava le mani appena si entra senza considerare che poi verrà maneggiato il menù, uno degli oggetti più sporchi tra quelli che si trovano nei luoghi pubblici. Se vogliamo fare attenzione all’igiene, dobbiamo prima maneggiare il menu, ordinare e poi andare a insaponarci le mani.

E dello stesso tenore sono anche le toilette pubbliche: generalmente ci laviamo le mani dopo essere state in una toilette pubblica ma è prima che dovremmo farlo per evitare di toccare con le mani sporche le parti intime, quindi in ordine bisognerebbe entrare, lavare le mani e poi andare alla toilette, evitando di toccare la maniglia della porta.

Attenzione anche alle tastiere dei bancomat e distributori automatici

Bancomat (foto dal web)
Bancomat (foto dal web)

Occorre considerare in linea di massima che più un oggetto viene toccato con le mani più è probabile che sia sporco, tra questi anche maniglie delle porte, tastiere dei bancomat, distributori automatici, pompe della benzina.

Quanto si deposita sulla tastiera del bancomat può essere impensabile e avere delle conseguenze sulla nostra salute. Come per i cellulari lì si nasconde un vero e proprio ricettacolo di germi. Stando a quanto riferisce l’agenzia AdnKronos, che cita uno studio dell’Università di New York pubblicato su “mSphere”, quel gesto che svolgiamo con disinvoltura può avere ripercussioni sulla salute.

LEGGI ANCHE -> Domenica In, Rita Dalla Chiesa: “Mio padre fa parte della storia d’Italia”

Le superfici degli Atm – hanno spiegato i ricercatori – presentano un’interessante biodiversità”. I microrganismi più presenti sono quelli che si trovano, in genere, sulla pelle umana ma rilevati anche microbi intestinali o alcuni presenti sulla mucosa genito-urinaria.

Cellulare (foto dal web)
Cellulare (foto dal web)

Per i ricercatori, però, questa presenza sulle tastiere dei bancomat non deve preoccupare per quanto riguarda rischi seri di salute pubblica, anche se può favorire il proliferare di virus influenzali.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter