Lutto cittadino per la piccola Beatrice, sconfitta dal male a soli 7 anni

Non ce l’ha fatta la piccola Beatrice Stellin di 7 anni, a sconfiggere il male che da qualche tempo l’aveva colpita. Martedì i funerali a Villadose

VILLADOSE (ROVIGO) – Da qualche anno lottava contro un brutto male, e venerdì sera la piccola Beatrice Stellin se ne è andata all’affetto dei suoi cari. Beatrice avrebbe compiuto 8 anni a dicembre e frequentava la terza della scuola primaria a Villadose in provincia di Rovigo. Beatrice, nonostante la terribile malattia era riuscita ad andare a scuola, dopo il lockdown aveva rivisto i suoi compagni e le insegnanti, purtroppo poi però si è aggravata nuovamente ed è stata costretta a restare a casa.

LEGGI ANCHE -> Perde il controllo dell’auto e finisce in un canale: muore ragazza di 21 anni

Il padre, Simone e la madre Elena, scrivevano di lei e dei suoi progressi quasi ogni giorno su Facebook per informare amici e parenti vicini. Il lutto ha gettato nella disperazione tutti, anche il fratellino gemello Gabriele, Angela, i nonni, i compagni della terza classe della scuola primaria e tutti coloro, tantissimi, che l’hanno conosciuta e le hanno voluto bene.

Stasera la veglia di preghiera per la piccola Beatrice

Il sindaco Pier Paolo Barison ha proclamato il lutto cittadino per martedì 13 ottobre, giorno del funerale che si svolgerà nella chiesa di San Biagio a Canale alle ore 16, invitando anche le attività produttive e commerciali ad adottare le forme necessarie per manifestare partecipazione al lutto dell’intera comunità.

Stasera invece alle ore 21 nella Chiesa di Canale, ci sarà una veglia di preghiera per la piccola Beatrice e la sua famiglia a cui tutti possono partecipare.

Beatrice Stellin (foto dal web)
Beatrice Stellin (foto dal web)

L’ex sindaco e attuale assessore del comune, Gino Alessio ha espresso il proprio cordoglio con un pensiero pubblicato sulla pagina Facebook del Comune: “Signore, in questi giorni hai colto uno dei nostri fiori più belli. Sappiamo che la proteggerai dal freddo della notte, dalle sferzate del vento, dal sole cocente di mezzogiorno. Ci permettiamo però di raccomandarti di stringerla al cuore più spesso che puoi”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.