Giuseppe Conte, appello agli italiani : “spostarsi solo se necessario”

Giuseppe Conte, nell’ultima informativa al Senato, si rivolge agli italiani e lancia un appello: spostarsi solo se è necessario.

Giuseppe Conte sottolinea l’operato compiuto dall’Italia a partire dall’emergenza scoppiata a inizio anno e ne sollecita il coraggio. La volontà forte di un paese che per primo ha tentato di prendere in mano il periodo difficile bloccando tutto e sperando di ridurre il contagio del virus. Una situazione che si è protratta per mesi sino ad arrivare alla riapertura in prossimità della stagione estiva.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, il bollettino del 20 ottobre: oltre 8.700 nuovi positivi attuali

Giuseppe Conte interviene su movida e spostamenti

Giuseppe Conte
Movida, tra i punti controversi (foto dal web)

Giuseppe Conte è soddisfatto di tutte le scelte compiute per il bene del paese sottolineando come non sia stata mai abbassata la guardia: “nei mesi successivi alla fase più acuta della pandemia non abbiamo mai abbassato la guardia: l’Italia è stata la nazione che per prima con coraggio e determinazione ha deciso di chiudere e il Paese più prudente anche nelle riaperture. Nonostante i tanti passi in avanti fatti, non potevamo e non dovevamo considerarci in un porto sicuro, mentre il contagio nel mondo si moltiplicava”.

Sugli spostamenti Giuseppe Conte ha dichiarato: “Limitare gli spostamenti non necessari”, una misura necessaria per “limitare il contagio, limitare gli spostamenti non necessari: se faremo questi sacrifici eviteremo interventi più gravosi. Sono fiducioso che avremo la serenità e l’impegno necessari per superare questo momento.”

Il Premier smentisce ogni fake news sul nuovo lockdown e sulla chiusura delle scuole. Sicuro e fiducioso delle misure che sono state adottate, Conte sostiene che queste precauzioni pregresse “ci consentono al momento di evitare chiusure generalizzate e diffuse su tutto il territorio nazionale, di pervenire all’arresto dell’attività produttiva e lavorativa, alla chiusura delle scuole e degli uffici pubblici”.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, il bollettino del 19 ottobre: 73 nuovi decessi nelle ultime 24 ore

Giuseppe Conte
Commercianti in protesta (foto dal web)

Un pensiero infine rivolto anche ai bar e commercianti, ovvero a queste categorie particolarmente esposte dalle misure dei DPCM. Ha assicurato delle misure di sostegno mirate.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter