Ylenia Carrisi, quell’ipotesi tra le più accreditate: il guru e il soggiogamento

Novembre è il mese di Ylenia Carrisi. Mamma Romina la ricorda sui social e non nega la possibilità che lei sia ancora viva. Ecco perché

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Novembre e’ il mese di Ylenia 👩‍❤️‍👩

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower) in data:

Novembre è il mese di Ylenia Carrisi, la figlia di Al bano e Romina Power. È il mese della sua nascita, il mese in cui mamma Romina usa i social per ricordarla e per accendere i riflettori sulla sua storia, lei che non si è mai rassegnata alla vicenda e che spera di ritrovarla un giorno.

Era il gennaio del 1994 quando Ylenia scomparve nel nulla a New Orleans. Da allora le ipotesi sulla sua possibile morte, gli avvistamenti e le segnalazioni vere o presunte non si sono mai fermate. Per le indagini americane la figlia di Al bano si è gettata in un fiume, nonostante il corpo non sia mai stato trovato e la vicenda ha diviso in modo irreparabile la coppia della musica italiana.

Romina da mamma spera sempre di riabbracciarla e nel mese di novembre intensifica i messaggi sui social. La sua speranza è che qualcuno li veda e possa riconoscerla ma anche che la figlia li veda e possa farsi viva. Anche quest’anno ha iniziato la sua personale maratona con diverse foto della figlia, appena nata, mentre iniziava a camminare e molte altre arriveranno nel corso dei giorni.

Tra tutte le ipotesi che si sono susseguite in questi anni ce n’è una che è maggiormente accreditata, macabra e non felice. Di questo se ne è occupato Chi l’ha visto? lo scorso anno. Vediamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE –> Lutto nel mondo dei cartoni animati, muore la storica voce

Ylenia Carrisi, Masakela ed i possibili risvolti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

November 29 , 1970 Ylenia arrived ❤️

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower) in data:


Lo scorso anno nel mese di novembre Romina Power aveva mandato proprio un messaggio tramite la trasmissione di Rai 3. “Novembre è il mese di nascita di Ylenia. In questo mese, io posto una sua fotografia ogni giorno, nel caso qualcuno la riconosca” aveva detto la cantante a Chi l’ha visto?. Cosa che come visto sta facendo anche quest’anno.

La trasmissione condotta da Federica Sciarelli ha fatto molto. Ha ricostruito il volto di Ylenia Carrisi, con particolari metodi usati anche dall’FBI, rendendo note le fotografie di come potrebbe essere Ylenia dopo 26 anni dalla scomparsa e all’età di 50 anni.

Ma non solo. Chi l’ha visto? ha cercato anche di fare chiarezza sulla vicenda. Ha spiegato che la donna oggi potrebbe essere ancora viva, aver cambiato identità e forse nemmeno ricordarsi del suo passato. Tutto questo perché soggiogata a New Orleans dal guru di cui lei si fidava, Alexander Masakela.

Masakela e Ylenia sono stati visti insieme il 6 gennaio 1994 e nella camera d’albergo dove avevano soggiornato sono stati trovati i suoi documenti e la valigia. Il guro avrebbe potuto soggiogarla e che Ylenia in uno stato confusionale non si ricordi più che cosa sia successo.

LEGGI ANCHE –> Morte Proietti, Marisa Laurito: “Con te in camerino…”

Ylenia Carrisi
Ylenia Carrisi, la foto che riscortruisce il suo volto dopo 25 anni (foto dal web)

La speranza però è quella che qualcuno l’abbia aiutata ad uscirne e che voglia buttarsi tutto alle spalle senza farsi più ritrovare.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.