Ragazzo crea centinaia di profili falsi e implora l’ex

Il ragazzo non riesce ad accettare la rottura del fidanzamento: crea profili falsi sui social media e bombarda l’ex. Accusato di stalking e atti persecutori. 

Social Media App – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Violenza sulle donne: ragazza pubblica sui social i lividi subiti dall’ex

Un ragazzo contraddistinto da un tatuaggio a forma di cuore sulla guancia ha creato una quantità ingente di profili falsi sui social networks, in particolare Facebook, per bombardare l’ex di messaggi. Daniel Brace non riesce ad accettare la fine della relazione con la sua ragazza. Il vuoto è immenso: si iscrive più volte sui social media e attraverso credenziali d’identità falsificate ha implorato la ragazza a tornare insieme. Il ragazzo ha già precedenti penali.

UN TORMENTO SENZA FINE

La Woncester Crown Court – Fonte Mirror

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Arrestato a Milano Alberto Genovese per violenza sessuale

Oltre a falsificare il proprio nome sulle piattaforme social, Daniel Brace inviava centinaia di messaggi al giorno alla stessa persona. Destinatario dei messaggi è l’ex. Deluso e affranto per essere stato scaricato, il ragazzo ha iniziato a perseguitare la donna attraverso frasi dal contenuto vessatorio. Tuttavia, l’assillante intimidazione psicologica ha avuto i giorni contati.

Cellulare – Fonte Gettyimages

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Donna scomparsa a Brescia, fermato l’ex fidanzato: scoperti indizi gravi

La Woncester Crown Court ha dichiarato che Daniel è stato arrestato per 20 mesi dopo aver ammesso di aver violato un ordine restrittivo. Difatti, il giudice James Burbidge QC si è rivolto a Brace definendolo “difettoso” perché le sue relazioni con le donne sono sempre state caratterizzate da molestie e turbamenti. La corte ha inoltre ricordato le altre precedenti condanne, queste sono esattamente 13. Le aggravanti sono le stesse: assidue aggressioni psicologiche alle sue partner. La prima è avvenuta nel 2005; mentre la più grave risale al 2013. L’uomo è stato accusato di molestie e in quell’occasione ha persino rifiutato l’ordinanza del tribunale. Nonostante gli fosse stato chiesto di desistere, lui continuò le attività di stalking e fu arrestato il 21 settembre.

Facebook – Fonte Gettyimages

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Incubo sul lavoro per una donna: “Io sono il padrone” | Un arresto per stalking

La testimone Sally Cairns dichiara che una volta rilasciato dalla custodia cautelare, l’imputato ha ripreso i comportamenti persecutori con nuove donne: non ha mai avuto intenzione di smettere.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Fonte Mirror